Fuggono dal Cara di Bari e aggrediscono i poliziotti. Denunciati migranti.

Poliziotti, Carabinieri e personale dell’ Esercito Italiano, stanno continuando ad effettuare controlli dopo cari tentativi di fuga di migranti di varia nazionalità ospitati all’interno del Cara di Bari. Dal 26 luglio si sono verificati vari episodi che hanno visto protagonisti un migrante tunisino, un diciannovenne egiziano che si era scagliato contro i poliziotti a seguito del suo tentativo di fuga, dopo aver scavalcato la recinzione e un altro 29 tunisino. Quest’ultimo fermato dalla Polizia, ha cercato di sfuggire al controllo, ma è stato fermato e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Altri due cittadini extracomunitari, il tunisino già denunciato il giorno precedente ed un pakistano di 33 anni, il giorno successivo  ai precedenti episodi, hanno cercato di scavalcare la recinzione, ma sono stati fermati dai poliziotti. Tutti sono stati denunciati per resistenza a pubblici ufficiali.


Un 38enne originario della Costa d’Avorio, ha infine cercato di accedere all’interno della struttura, senza averne titolo. Al controllo del personale preposto, l’uomo si è rifiutato di fornire le proprie generalità. È stato quindi  denunciato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale e ingresso arbitrario in luoghi vietati. Era già destinatario dell’ordine del questore di lasciare il territorio nazionale.

Una situazione quindi non proprio tranquilla, visto il ripetersi dei tentativi di fuga e il rischio covid in agguato

Promo