Nuovi posti letto in terapia intensiva. Emiliano preoccupato per movida e spiagge.

Per fronteggiare una nuova eventuale emergenza coronavirus in Puglia, sono stati attivati 276 posti in più in terapia intensiva. Il Governatore Emiliano esprime preoccupazione per il mancato  rispetto delle  distanze di sicurezza in spiagge e discoteche.

Il nuovo piano sanitario costerà 100 milioni. Emiliano intende nel frattempo  incontrare i prefetti per predisporre un piano che eviti il sovraffollamento nelle strutture. La campagna anti covid sarà, insomma, molto severa.

Il nuovo piano sanitario pugliese, prevede un incremento di 276 posti letto di terapia intensiva, che passano da 304 a 580 unità. Prevista anche la riconversione di 285 posti letto di area medica in terapia semi-intensiva negli ospedali Covid.

Ecco i numeri nel dettaglio.

Al netto delle terapie intensive e semi-intensive, complessivamente i posti letto in più  attivati in Puglia saranno 1.255: 474 per le acuzie, 123 per riabilitazione e 658 per lungodegenza. Il piano, inoltre, prevede, la riorganizzazione della rete emergenza-urgenza con la ristrutturazione dei Pronto soccorso per la separazione dei percorsi, l’attivazione delle “aree grigie” per l’isolamento dei pazienti in attesa di esito del tampone; l’implementazione dei mezzi di trasporto per trasferimenti secondari dei pazienti Covid e per le dimissioni.

Per mettere in atto  il Piano, la Regione investira’ 100 milioni di euro, messi a disposizione dal governo nazionale: 47 milioni saranno impiegati per il potenziamento dei posti letto di terapia intensiva, 40 milioni per semi-intensiva, 40 milioni per urgenza-emergenza, 829 mila euro per l’emergenza territoriale.

Promo