Bari ricorda le vittime dell’ eccidio di Bologna.

Nonostante siano passati gli anni, quella giornata di agosto è rimasta indelebile nella memoria.

Sonia Burri, Francesco Cesare Diomede Fresa, Vito Diomede Fresa, Errica Frigerio, Patrizia Messineo, Giuseppe Patruno e Silvana Serravalli. I loro nomi sono incisi su una lapide presente sulla facciata del palazzo comunale ai cui piedi è  stata deposta una corona con i colori del tricolore da due agenti di polizia locale.

Sono i sette cittadini baresi, rimasti vittime della strage di Bologna il 2 agosto di quaranta anni fa. Sette persone che insieme a tante altre morirono quel giorno senza avere nessuna colpa se non quella di trovarsi il 2 agosto del 1980 alle 10,25 alla stazione di Bologna. Una strage rimasta impunita e ancora avvolta da numerosi misteri.

L’Italia ha  ricordato il loro sacrificio e ricorda a tutti noi che non c’è giustizia senza verità, e non c’è pace per chi resta senza giustizia.

Promo