L’assessore Sebastiano Leo chiarisce la questione borse di studio Adisu

Dopo le polemiche della scorsa settimana, l’ Assessore Regionale alla Formazione, alle Politiche per il lavoro, al Diritto allo Studio, all’Istruzione e all’Università della Regione Puglia, Sebastiano Leo ha voluto fare qualche precisazione e dare chiarimenti con un post via social

“I termini del bando per borse di studio e posto alloggio, scaduti lo scorso mercoledì, erano stati prorogati per consentire l’adeguamento alla nuova normativa regionale.

Una modifica legislativa, proposta dal presidente della Commissione Bilancio, Amati, che amplia la platea dei beneficiari “fuori sede”.

Stiamo certificando in queste ore la copertura del 100 per cento delle richieste ma smentisco le voci pubblicate sulla stampa la scorsa settimana di risorse a rischio. Peraltro, ho letto di cifre che a me non risultano. Appena la procedura di certificazione sarà conclusa, avverrà la pubblicazione sul portale di Adisu Puglia del bando straordinario per garantire, sempre per l’a.a. 2020/21 il diritto allo studio anche agli studenti universitari pugliesi, che durante l’emergenza da Covid non sono riusciti a raggiungere il requisito di merito necessario alla partecipazione del bando ordinario.

 Tale misura prevede un ulteriore bonus di 5 crediti per i corsi universitari e di 10 crediti per gli studenti iscritti al comparto AFAM. Il bando scaduto lo scorso mercoledì era relativo alle domande di borsa di studio e di posto alloggio, a.a. 2020/2021, per gli studenti universitari iscritti ad anni successivi al primo. Ci sarà invece tempo fino al 7 settembre per la presentazione delle istanze da parte degli studenti che si iscrivono al primo anno.

La modifica legislativa inerente l’ampliamento della platea dei fuorisede ha fatto registrare un incremento della platea e dei potenziali beneficiari di quasi il 10%, passando dalle circa 12.600 istanze dell’a.a. 2019/2020 a 13.695 ed un incremento di quasi il 3% degli studenti aventi dritto all’alloggio. Ma non sarà un problema: la Regione Puglia è una delle prime regioni italiane, che da cinque anni garantisce la copertura di borse di studio al 100% degli aventi diritto. Anche per l’a.a. 2020/21 stiamo facendo di tutto per garantire la copertura totale. Con queste misure straordinarie, intendiamo allargare la platea dei beneficiari delle borse di studio e dei posti alloggio. Continueremo ad investire nella formazione universitaria.  Gli allarmi sono infondati. Nessuno studente sarà lasciato solo in questo momento difficile. Garantiremo a tutti gli studenti meritevoli e privi di mezzi il sostegno necessario per poter affrontare gli studi universitari”.

L’ assessore quindi attraverso questo post sulla sua pagina facebook, ha chiarito, rassicurato e allontanato tutti gli allarmi, cancellando le preoccupazioni che si erabno diffuse.

Promo