Sorprese per gli eletti alla Regione. La Corte d’Appello assegna 29 seggi alla maggioranza

Chi pensava che la Corte d’Appello di Bari avrebbe impiegato del tempo per proclamare gli eletti nel nuovo Consiglio Regionale, si sbagliava di grosso. Ieri a tarda sera la decisione che sotto certi aspetti ribalta il lavoro fatto al ministero dell’Interno. Anzitutto alla maggioranza del presidente rieletto Michele Emiliano vengono attribuiti 29 e non 27 seggi rendendola più solida. Ma rifacendo i calcoli si va incontro a sorprese mai ipotizzate. Rientrano in Consiglio i PD Ruggiero Mennea e Michele Mazzarano, Peppino Longo candidato nella lista Con e altri due consiglieri della lista Popolari con Emiliano di Massimo Cassano: si tratta di Francesco Lanotte e Mario Pendinelli. I 5 che avevano già festeggiato l’elezione ma che ora dovranno rinunciare al seggio sono Domenico De Santis barese, consigliere del presidente Sergio Blasi e Teresa Cicolella per la maggioranza. Escono per il centro-destra Vito De Palma e il leghista Giacomo Conserva.

Promo