Bariseranews.it – Oltre la notizia

Si dimette l’uomo del ciondolo antiCovid. Tiani lascia InnovaPuglia

185 Visite

Alla fine, ha mollato. Dopo le feroci polemiche sul ciondolo antiCovid, si è dimesso il presidente di InnovaPuglia, l’Agenzia che gestisce anche i maxi appalti sanitari milionari della Regione Puglia. Giuseppe Tiani, era finito nella bufera dopo essersi presentato in audizione Commissione Affari costituzionali con un ciondolo israeliano “micropurificatore d’aria” capace di “inibire qualsiasi virus”.
    Tiani, che è anche segretario generale del sindacato di Polizia Siap, ha chiamato il presidente della Regione Michele Emiliano presentando le dimissioni “irrevocabili” dal consiglio di amministrazione dell’azienda, dopo un anno di attività. Incarico da 40mila euro l’anno. Le dimissioni sono state accettate e verranno formalizzate a breve. “Non ho mai messo il ciondolo in relazione al Covid – si era giustificato l’uomo – ma l’ho presentato nell’ambito di un discorso in cui si parlava delle tutele operative dei poliziotti che operano in situazioni particolari”.

Promo