Bariseranews.it – Oltre la notizia

Attivo lo sportello universitario antiviolenza a Bari. Aumento casi di violenza in era covid

210 Visite

Dovrebbe essere un argomento attuale tutto l’anno visto che la violenza è inaccettabile sempre, ma il mese di novembre e in particolare il 25, è deputata come giornata dedicata alla sensibilizzazione contro la violenza sulle donne.

Di solito ogni anno si moltiplicano le iniziative a cominciare dalle scuole a finire alle istituzioni. I numeri sono in continua crescita, perché il covid  ha fatto perdere a tante donne il lavoro e molte le ha costrette a stare in casa con i propri compagni ed aguzzini.

La Cgil di Bari lancia questo appello alle donne:

“Ti ricordiamo che se vuoi denunciare un caso di violenza, anche in maniera anonima, puoi riportarlo qui e far sentire la tua voce  https://forms.gle/cFxXg1n6oPTrC6wi8

Se hai bisogno di aiuto, ti ricordiamo che lo sportello universitario antiviolenza è attivo tutti i venerdì dalle ore 10 alle 12, presso il secondo piano dell’ex palazzo Poste (prima stanza a sinistra), con ingresso da via Garruba: si potrà accedere mediante prenotazione contattando il numero 328 8212906, attivo h 24, o il numero verde 800 202330, e scrivendo alla mail info@centroantiviolenza.it

Fondamentale è denunciare i propri aguzzini che siano mariti, compagni o sconosciuti. Spesso la donna non lo fa per proteggere i figli, per sottomissione economica o per vergogna, ma è importante sapere che ci sono delle realtà attive e presenti sul territorio dove poterlo fare in anonimato, con tutte le garanzie che questi casi così delicati comportano”.

Promo