Bariseranews.it – Oltre la notizia

Rsa pugliesi in difficoltà: mancano personale e fondi per i tamponi

179 Visite

Sono in grave difficoltà, le residenze sanitarie assistenziali di tutta la Puglia, travolte dalla crisi legata al Covid. Le strutture hanno palesato le criticità del momento in un confronto con la Regione, lamentando innanzitutto una spaventosa carenza di personale.

Da giugno scorso, fino a dicembre, le Rsa e le R.s.s.a. del territorio hanno visto diminuire i propri organici di circa mille unità. Vale a dire, una carenza di personale di 2-3 professionisti per ogni centro. Molti infermieri, infatti, hanno preferito lasciare il proprio posto di lavoro, scegliendo di continuare a svolgere la propria mansione presso le Asl di riferimento.

Altra problematica sul tavolo è quella relativa alla richiesta, avanzata proprio dalle Aziende sanitarie locali alle residenze non ospedaliere a carattere sanitario, di provvedere all’acquisto di tamponi per i propri ospiti. In tal modo, si potrebbe tenere sotto controllo l’evoluzione di eventuali contagi in loco.

Purtroppo, però, non tutte le strutture in parola dispongono di fondi sufficienti per effettuare, a proprio carico, questo screening a tappeto, da espletare in media ogni 15 giorni. Tanto più in un periodo nel quale sono vietati nuovi ricoveri, per ovvie ragioni legate alla pandemia. I gestori delle strutture hanno chiesto alla politica regionale di provvedere in merito, con un rimborso delle maggiori spese sostenute finora dai privati.

Promo