Bariseranews.it – Oltre la notizia

Bar e negozi chiusura anticipata e stop aperitivi dalle 11. In arrivo nuova ordinanza sindacale

358 Visite

Sta per essere pubblicata l’ordinanza sindacale anti Covid di Decaro sulle limitazioni nei giorni di fine settimana di dicembre, di Natale e di Capodanno.

Il provvedimento è scaturito a seguito della riunione del Comitato dell’ordine pubblico e della sicurezza, nel corso del quale sono stati valutati anche i problemi riscontrati dopo gli assembramenti avvenuti nei giorni scorsi tra le vie dello shopping e nei locali.

L’ordinanza prevede che nei giorni 12, 13, 19, 20, 24, 27 e 31 dicembre 2020 è previsto il divieto di stazionamento dalle 11 alle 22 in largo Giannella, piazza Diaz, molo San Nicola, lungomare Araldo di Crollalanza, via Cognetti, via XXIV Maggio, via Bozzi, via Fiume, via De Nicolò, largo G. Bruno, largo Adua, via Abbrescia (tratto compreso tra largo Adua e via Imbriani), piazza Eroi del Mare. Il divieto è valido anche in corso Vittorio Emanuele, via Sparano, via Argiro, Piazza Umberto, piazza Mercantile e piazza del Ferrarese; via Venezia – tratto compreso tra piazza Ferrarese e il Fortino di Sant’Antonio; via Manfredi, Strada Palazzo di Città, via Pappacena, via Caccuri (incluso piazzetta), piazzetta dei Papi, via A. Volta, Giardini Raffaele De Bellis, via Buccari (tratto compreso tra via S. Lorenzo e via Gargasole), e viale Einaudi (tratto compreso tra via Tridente e via Amendola).

Negli stessi giorni in tutto il territorio comunale è valido il divieto di consumazione di alimenti e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico già a decorrere dalle 11. Alla stessa ora scatta anche il divieto di asporto di bevande per tutti gli esercizi di ristorazione ed è disposta la chiusura dei distributori automatici h24 dalle 11.

Il 24 e 31 dicembre, inoltre, è disposta la chiusura al pubblico di tutte le attività di ristorazione con divieto di asporto per alimenti e bevande dalle 11 del 24 dicembre e del 31 dicembre 2020 fino alle 5, rispettivamente del 25 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021. Disposta anche la chiusura degli esercizi commerciali al dettaglio già dalle 13, ad eccezione ovviamente delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi ed edicole.

«Oggi ricade su tutti noi una responsabilità individuale enorme – spiega il sindaco Decaro – che ci chiama in causa come cittadini, come persone che possono e devono limitarsi nei comportamenti per preservare la propria salute e quella degli altri, che siano essi nostri cari o no. Non possiamo correre il rischio, tra un mese, di assistere a un peggioramento drastico della situazione epidemiologica, con la chiusura totale delle attività e i reparti di terapia intensiva di nuovo pieni, solo perché non abbiamo voluto rinunciare a qualche ora di passeggiata nel centro cittadino o a un brindisi in allegria o all’acquisto di un regalo all’ultimo minuto. Spero che a questo gesto di collaborazione corrisponda altrettanto senso di responsabilità da parte dei cittadini che non faranno mancare il proprio sostegno agli esercizi commerciali, scegliendo però di adottare comportamenti corretti».

Promo