Bariseranews.it – Oltre la notizia

Asset: incidenti stradali, dati in calo nei primi sei mesi. Il Barese maglia nera

236 Visite

Sono stati 2.707 gli incidenti stradali in Puglia nei primi sei mesi del 2020 con un 42,2% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. Un calo dovuto anche al lockdown per la pandemia da coronavirus. Un terzo degli incidenti si è verificato tra Bari e provincia, pari cioè a circa 900. I dati sono stati resi noti da Asset, l’Agenzia regionale strategia per lo sviluppo ecosostenibile del territorio, l’organismo tecnico operativo a supporto della Regione Puglia dedicato alla pianificazione strategica, alla programmazione integrata, alla progettazione e attuazione di opere pubbliche.

L’organismo che, dal 2017 ha sostituito l’Arem (Agenzia regionale per la mobilità), ha diffuso la stima preliminare dei dati sull’incidentalità stradale nel primo semestre 2020. Degli oltre 2.700 incidenti 61 (altro dato in calo, – 41,9%) hanno provocato vittime, mentre più 4.300 sono stati i feriti (-44,1%). Secondo i dati dell’Asset il 26,2% dei deceduti in Puglia, a seguito di incidente, ha perso la vita a seguito di un sinistro avvenuto in un centro abitato dove si sono verificati oltre la metà degli stessi (68,8%) con lesioni per conducenti e/o trasportati. Il calo, soprattutto fuori città, sarebbe dovuto, secondo le stime dell’Asset, ai provvedimenti che hanno limitato lo spostamento tra i comuni e quindi del flusso veicolare.

Tornando a Bari si è registrato una diminuzione di incidenti del 10%, ma nel Barese seppure in minor numero si sono registrati, da gennaio a giugno 2020, più incidenti mortali che nelle altre province pugliesi con una percentuale del 24,6% rispetto al dato regionale, per cui si merita la maglia nera. L’Asset ha inoltre voluto approfondire lo studio e verificato che il dato degli incidenti era comunque in calo prima del lockdown, tanto che nei mesi di gennaio e febbraio, rispetto all’incidentalità del 2019, si sono avuti -1,7% degli incidenti stradali e -25% di quelli mortali, mentre è aumentato quello dei feriti (+3,6%). Il calo più evidente è stato tra marzo e aprile quando si è scesi al -75,9% per incidenti, al -52,3% di decessi e -47,4% dei feriti. Pure tra maggio e giugno i dati hanno superato il -40% (-52,3% per i morti). La verifica dettagliata è stata effettuata raffrontando pure il numero di incidenti avvenuti sulle strade provinciali (16 quelli mortali con 17 decessi) e sulle strade statali (15 sinistri con 19 morti).

Sebbene le percentuali siano state tutte in calo, sia sulle strade extraurbane che sue quelle all’interno dell’abitato, la necessità di tenere alta l’attenzione in tema di prevenzione resta alta e tra le priorità dell’Asset che, nei prossimi giorni, lancerà una nuova campagna video d’informazione e di prevenzione destinata a tutta la cittadinanza pugliese.

“Poiché il decremento dei sinistri stradali registrato nel primo semestre 2020 non è stato dettato da comportamenti virtuosi dei conducenti o da miglioramenti della sicurezza stradale – commenta Elio Sannicandro direttore dell’Asset – l’agenzia non intende abbassare la guardia in materia di prevenzione e comunicazione sui temi della sicurezza stradale. In particolare, in questi giorni, si è conclusa la fase finale del campionato sull’educazione alla sicurezza stradale “La strada non è una giungla” che ha visto coinvolte le scuole di primo e secondo grado e gli studenti di età compresa tra gli 11 ed i 18 anni, anche collegati da remoto”.

La nuova campagna video sarà lanciata nel primo trimestre 2021 ed è stata realizzata in collaborazione con l’Università di Bari, il Master di Giornalismo e con l’Ordine dei giornalisti. E’ finalizzata a sensibilizzare gli utenti all’uso di veicoli alternativi all’auto in favore di una mobilità dolce e sostenibile e al rispetto del Codice della strada.

Anna Caiati

Promo