Bariseranews.it – Oltre la notizia

Giovanni XXIII, dodicenne deceduta dopo un intervento: chiesto il rinvio a giudizio del primario di Anestesia

180 Visite

Il pubblico ministero del Tribunale di Bari Bruna Manganelli ha chiesto il rinvio a giudizio per il primario del reparto di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII Leonardo Milella. Il reato contestato al medico è quello di omicidio colposo, in relazione alla morte della dodicenne Zaraj Tatiana Coratella Gadaleta, deceduta il 19 settembre 2017, dopo un intervento.

La giovane finì sotto i ferri per la riduzione di una frattura al femore. L’ udienza preliminare del procedimento avrà luogo il primo marzo 2021. Nei giorni scorsi, un altro dei sanitari coinvolti nel caso, l’anestesista Vito De Rienzo, accusato di aver somministrato alla paziente un farmaco non compatibile con le sue condizioni di salute al momento dell’accesso in nosocomio, ha patteggiato una pena di un anno e due mesi di reclusione.

La ragazzina, infatti, al momento del ricovero soffriva di una miopatia congenita. Secondo la pm, proprio l’utilizzo, nel corso dell’operazione chirurgica, degli anestetici, avrebbe causato il decesso della minore, per ipertermia maligna. Alla base degli addebiti che vengono mossi al dott. Milella un’ipotetica errata diagnosi, relativa ad una tromboembolia polmonare, ed il possibile ritardo nella somministrazione del farmaco salvavita alla degente.

Promo