Bariseranews.it – Oltre la notizia

Natale e lockdown non fermano la criminalità

160 Visite

Con la chiusura anti Covid prevista durante le festività natalizie dal Governo, le forze dell’ordine hanno inevitabilmente intensificato i controlli in tutta Bari, mirati ad evitare assembramenti e inutili rischi alla salute pubblica.

Durante questi controlli, gli agenti della Questura hanno elevato sanzioni per oltre 60mila euro nei confronti del gestore di una sala giochi abusiva e hanno scoperto 70 quintali di fuochi d’artificio illegali.

I poliziotti hanno nuovamente sanzionato un bar nel quartiere Japigia. Già lo scorso 13 novembre, il gestore era stato multato per aver adibito una stanza del locale a sala giochi abusiva, installando ben 6 video slot. In quella occasione sono state subito rimosse e sequestrate, affidando a gestore la custodia giudiziale.

Durante un altro controllo è emerso che erano state installate altre sei e apparecchiature un cambiamonete. Coì, tutto il materiale è stato sequestrato ed affidato ad un custode giudiziale. Il gestore, un 52enne, dovrà pagare oltre 60mila euro per violazioni a norme del Testo unico delle leggi di Pubblica sicurezza.

Gli artificieri di Bari, invece, stavano seguendo i movimenti di un pregiudicato 48enne di origini campane che portava a domicilio illecitamente fuochi d’artificio. Doveva consegnare 70 quintali di esplosivo, ritirati da una ditta con sede in provincia di Caserta, a clienti nelle città di Avellino, Bitritto, Latiano e Lecce.

Al termine dell’indagine, gli agenti hanno individuato il furgone su cui viaggiava, un Fiat Ducato, ed è scattata l’operazione. Il mezzo era in transito lungo la SS16, nel territorio Brindisino. Così sono stati contattati gli agenti della Questura di Brindisi che hanno rintracciato e fermato il veicolo, con a bordo i fuochi d’artificio.

Invitabile la denuncia per trasporto e detenzione abusiva di materiale esplodente e il sequestro della merce.

Promo