Bariseranews.it – Oltre la notizia

Dai domiciliari organizzavano il clan con le videochat: tornano in carcere il cugino di Savinuccio e De Fano

197 Visite

Come già accaduto a dicembre nel corso dell’operazione Rewind, che ha riportato in carcere 4 nomi noti della criminalità barese a cui erano stati concessi i domiciliari, oggi i Carabinieri del Nucleo investigativo di Bari hanno riportato in carcere altri due esponenti di spicco della malavita: si tratta di Radames Parisi, classe ‘84, detto “Mames”, procugino di Savino Parisi, e Antonio De Fano, 36enne, detto Ciccigomma. Anche per loro è stata accertata la violazione delle misure cautelari disposte dai giudici, perciò sono tornati in carcere.

Le operazioni, condotte da Polizia e Carabinieri il 7 ottobre e il 2 dicembre 2019 e concluse con gli arresti, avevano inferto un duro colpo ai clan Parisi e Palermiti.

Durante la pandemia, agli arrestati erano stati concessi i domiciliari, ma i Carabinieri del Nucleo investigativo, sotto il coordinamento della Procura distrettuale antimafia di Bari, hanno proseguito le indagini volte a verificare la sussistenza di processi di riassetto dei gruppi criminali operanti su Japigia e la riorganizzazione dei traffici illeciti.

Nonostante i divieti e il braccialetto elettronico, i due arrestati utilizzavano le videochiamate per potersi organizzare al meglio. All’esito delle indagini, il gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Ddda, ha ripristinato la misura cautelare in carcere.

Promo