Bariseranews.it – Oltre la notizia

La Norvegia denuncia 23 morti sospette dovute al vaccino che, secondo il BMJ non sarebbero efficaci al 95%

412 Visite

Due notizie diffuse nelle ultime 24 ore, che riguardano il vaccino Pfizer-BioNtech. stanno creando qualche preoccupazione fra chi si e’ vaccinato e chi deve farlo a breve. La prima arriva dalla Norvegia ed e’ stata diffusa dall’Ansa. “L’agenzia del farmaco della Norvegia ha registrato 23 morti, tra persone anziane e fragili, associate alla vaccinazione anti-Covid di Pfizer-BioNtech. Lo si legge in una nota dell’agenzia norvegese, ripresa dal Guardian, secondo cui reazioni comuni ai vaccini con mRNA, come febbre e nausea, potrebbero aver contribuito ad un esito fatale in alcuni pazienti fragili e anziani. La nota sottolinea inoltre che i trial sul vaccino non includevano pazienti con malattie acute o instabili e pochi over 85.” Pfizer e BioNTech stanno ovviamente lavorando con l’agenzia del farmaco norvegese per indagare sui decessi. Secondo la Pfizer l’ente di controllo norvegese avrebbe rilevato che “il numero degli incidenti finora non è allarmante ed è in linea con le previsioni”.

L’altra notizia arriva dalla Gran Bretagna e riguarda anche il vaccino Moderna. Secondo il British Medical Journal l’efficacia reale dei vaccini in circolazione non sarebbe intorno al 95, ma tra il 19 e il 29%.

Le notizie che filtrano dall’Istituto Superiore di Sanita’, sono tranquillizzanti. Nel nostro paese la campagna di vaccinazioni non sta registrando episodi riconducibili a reazioni al farmaco, se non quelli previsti e anticipati dalle case che hanno prodotto i vaccini.

Promo