Assunzioni Arpal, nessuna urgenza e trasparenza secondo Caroli e Ventola di Fdi. Le accuse a Massimo Cassano

La procedura di selezione di 236 persone da assumere attraverso una agenzia interinale genera sospetti e viene giudicata immotivata dai consiglieri regionali Ventola e Caroli di Fratelli d’Italia. La selezione avverra’ attraverso un questionario cui i candidati dovranno rispondere in via telematica, senza quindi alcuna garanzia di trasparenza. L’urgenza non esiste, sostengono Caroli e Ventola Tuttavia “se questa selezione è stata approvata nello scorso giugno e siamo ormai arrivati a fine gennaio, parlare di urgenza ci sembra davvero una presa in giro (a voler essere buoni!). Non solo: se proprio l’urgenza è cosi’? pressante, perché l’Arpal non procede attraverso lo scorrimento di graduatorie di concorsi espletati nei vari enti pubblici (categoria C e categoria D che sono, peraltro, le figure richieste dall’agenzia)? Sono composte da idonei – non vincitori – che hanno espletato prove selettive, e quindi è indubbio che siano preparati: davvero Cassano vuole farci credere che fra loro non ci siano laureati o diplomati in grado di svolgere il ruolo di esperto del mercato di lavoro? La nostra sensazione è, invece, che sia una scelta politica di Cassano, avvallata dal presidente Michele Emiliano alla vigilia della campagna elettorale. E quindi semplicemente sospetta”.

Promo