Covid, la Pfizer taglia le consegne. Anche in Puglia vaccinazioni a rilento. Contagi a quota 1.159, 25 i morti

Covid, l’altalena di dati e notizie, continua. Partiamo dai vaccini. La Pfizer, al momento l’unica produttrice e distributrice, continua a non rispettare i tempi delle consegne e a tagliare il numero delle dosi. Un problema globale che ha inevitabilmente ripercussioni anche sulla Puglia. L’assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco, ha parlato di “rallentamento nelle operazioni di vaccinazione”. Perché “il taglio delle dosi continuerà probabilmente anche nelle prossime settimane”. C’è però un’alternativa. Infatti 4mila dosi di vaccino Moderna arriveranno in Puglia nei prossimi giorni. Una goccia nell’oceano. Ma la grande speranza è rappresentata dal vaccino AstraZeneca per il quale sono già pronte per la spedizione in Italia 8milioni di dosi, in attesa del nulla osta da parte dell’Ema, che si esprimerà il 29 gennaio sull’autorizzazione in commercio. Per Lopalco bisogna “stringere i denti e tenere duro”.

Sul fronte di contagi, invece, la curva risale. In Puglia sono stati analizzati 11.485 test, 1.159 i casi positivi con un’incidenza del 10,09 per cento, in aumento rispetto al 6,84 per cento. Registrati 25 decessi contro i 16 dell’altro giorno. Cinque dei quali in provincia di Bari. Dati da aggiungere ai470 positivi individuati nel Barese, in testa alla classifica dei contagi.

Promo