Agguato di Ceglie ad agente Polizia Locale, l’ira di Decaro: “Ora vogliamo giustizia”

Ha destato scalpore e indignazione quanto accaduto questa mattina a Ceglie del Campo, quartiere del IV Municipio cittadino: un 44enne incensurato, per evitare sanzioni da parte di un agente della Polizia Locale a causa di un sacchetto di rifiuti lasciato per strada, aveva investito quest’ultimo con la sua auto causando il suo soccorso in ospedale. Un atto estremo, ai limiti della follia ed al massimo dell’inciviltà. E che ha turbato prima di tutto Antonio Decaro.

Cosi il sindaco di Bari ha commentato sui social l’accaduto, rivolgendo massima solidarietà all’agente colpito. “Stava facendo il suo dovere. Stava sanzionando – dice – il classico incivile intento a scaricare rifiuti per strada. Ma il soggetto fermato ha pensato bene di rimettere in moto l’auto e l’ha investito, trascinandolo per metri e fuggendo senza soccorrerlo. Ora questo nostro agente della polizia locale per fortuna è tornato a casa dopo una giornata in ospedale e avrà bisogno di cure. A lui e alla sua famiglia ho portato l’affetto di tutta la città”.

Linea dura invece, come giusto e prevedibile che sia, nei confronti del 44enne responsabile del vile gesto: “Non sono necessarie parole. È già stato fermato – annuncia – e dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate, tentato omicidio ed omissione di soccorso. Non chiediamo vendetta, vogliamo giustizia”.

Promo