Due iniziative per chiedere di liberare Patrick Zaki, ad una ha aderito il Comune di Bari

La città di Bari ha aderito all’iniziativa “Free Patrick Zaki, prisoner of conscience” (in italiano “Liberate Patrick Zaki, prigioniero di coscienza”) ed in particolare alla speciale edizione del concorso internazionale di comunicazione sociale “Poster For Tomorrow” promosso dall’organizzazione non governativa Amnesty International Italia e dal festival “Conversazioni sul futuro” dell’associazione Diffondiamo idee di valore, in collaborazione con il Festival dei Diritti Umani di Milano e l’associazione Articolo 21.

A volere l’adesione della città è stato il sindaco Antonio Decaro che ha presentato la proposta in giunta comunale ed è stata approvata. In questo modo Bari manifesta piena solidarietà allo studente egiziano di un master di studi all’Università di Bologna, il 27enne Patrick Zaki che, proprio il 7 febbraio di un anno fa, è stato fermato nell’aeroporto del Cairo, in Egitto, ed arrestato sulla base di un mandato di cattura con le accuse di minaccia alla sicurezza nazionale, incitamento a manifestazione illegale, sovversione, diffusione di notizie false e propaganda per il terrorismo. Ad oggi è detenuto nel carcere di massima sicurezza egiziano Tora, giudicato tra i più terribili al mondo per le condizioni disumane in cui vengono tenuti i carcerati. Patrick ha pochissime possibilità di comunicare con l’esterno, peraltro ogni 45 giorni gli viene prolungata la carcerazione preventiva. Contro di lui, come prova, pare ci siano dieci post di un account social che i suoi legali considerano false e che gli fanno rischiare fino a 25 anni di carcere. Per Amnesty International Patrick è un prigioniero di coscienza ovvero persona a cui è stato impedito di esprimere un’opinione personale.

Per continuare a chiedere la sua liberazione, è stato organizzato “Poster for Tomorrow”, il concorso internazionale di arte e grafica per la creazione di un poster (formato 50×70 cm) dedicato alla richiesta di liberazione di Patrick. I lavori di trenta vincitori saranno affissi dal 7 febbraio 2021, ad un anno dall’arresto del giovane, a Bologna e nelle città che in tutto il mondo hanno aderito all’iniziativa, tra cui Bari. Per partecipare bisogna registrarsi sul sito web di Posterfortomorrow dove è pubblicato, tra l’altro, il regolamento, mentre ulteriori informazioni sono pubblicate in un video di presentazione in streaming lanciato da Conversazioni sul futuro di Lecce.

Ma questa non sarà l’unica iniziativa in programma l’8 febbraio prossimo. C’è infatti anche un contest musicale intitolato “Voci X Patrick – Maratona musicale per chiedere la liberazione di Patrick Zaki”, e prevede un evento in streaming con artisti e musicisti da tutta Italia insieme per chiedere l’immediato rilascio dello studente egiziano. La call è organizzata da Amnesty International Italia e da MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti e Voci per la Libertà per cui è a livello nazionale. Tutti gli artisti possono aderire, anche da Bari e da tutta la Puglia, con un video di una performance musicale di qualche minuto dedicata a “Free Patrick Zaki” e realizzata appositamente. Per aderire basterà scrivere una email a vocixpatrick@gmail.com entro e non oltre il 31 gennaio 2021. Nella maratona musicale, che verrà trasmessa in streaming su numerosi canali grazie a molteplici partner, si alterneranno video e interventi in diretta.

Promo