Lolita Lobosco, a febbraio la fiction Rai ambientata a Bari

Bari capitale dello spettacolo. Non perché sia stato anticipato il Bifest ma, più semplicemente, perché il capoluogo pugliese sarà protagonista della fiction ‘Le indagini di Lolita Lobosco’, in onda su Rai 1 a partire dal 21 febbraio e le cui scene sono state girate principalmente nella nostra città, oltre che a Roma ed in altre località limitrofe della nostra area metropolitana. Nei vari spot pubblicitari della tv di Stato è possibile scorgere la zona della Cattedrale, ma anche vari scorci del Lungomare cittadino.

L’IDEA. L’idea della fiction è tutta made in Bari. La musa ispiratrice? La scrittrice Gabriella Genisi ed i suoi 8 romanzi su Lolita Lobosco, una vicequestore pugliese professionale e dalla spiccata personalità che cerca di imporsi nel contesto del Mezzogiorno d’Italia ed in un ambiente prevalentemente maschile. Il cast, di primo piano, annovera attrici del calibro di Luisa Ranieri (che interpreterà proprio il commissario) e della barese Lunetta Savino, già protagonista in passato di altre fiction targate Rai, come Raccontami e la storia legata al fisico Fulvio Frisone.

POLEMICHE. Per una bella notizia, c’è tuttavia anche una parentesi poco felice. Nelle scorse ore, infatti, ha destato perplessità la gaffe del commissario Riccardi, che aveva parlato di scene della fiction ambientate a Napoli piuttosto che a Bari. Una gaffe grossolana, la classica buccia di banana dove è possibile scivolare. Se non altro perché, tra coloro che hanno finanziato la realizzazione della fiction, c’è anche Apulia Film Commission con il suo prezioso supporto.

Promo