Bariseranews.it – Oltre la notizia

Arpal, Fdi vuole la testa del dg Cassano: “Emiliano lo rimuova”

191 Visite

Sono due le mozioni presentate dai consiglieri regionali di Fratelli d’Italia, che chiedono la rimozione di Massimo Cassano dall’incarico di direttore generale dell’Arpal ed il blocco della prevista assunzione di 236 precari con un contratto semestrale, tramite un’agenzia interinale.

Nel corso di una conferenza stampa svoltasi questa mattina, davanti alla sede del Consiglio regionale, gli esponenti politici hanno motivato la loro posizione: “Questa è l’ennesima iniziativa per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tante opacità e contraddizioni che stanno caratterizzando l’operato dell’agenzia per il lavoro Arpal. La nomina del direttore generale Cassano va revocata, considerato che di 34 professionisti che hanno partecipato all’avviso pubblico ci sono alcuni che meriterebbero da parte della Giunta regionale una più attenta valutazione, per questo chiediamo in primo luogo al presidente Michele Emiliano di rivedere, in autotutela, la propria decisione.”

Sulla selezione dei 236 profili da assumere, le richieste di Fdi sono chiare: “È ancora bloccato il maxi-concorso e 128 formatori dalla pluridecennale esperienza nei centri per l’impiego sono a casa. L’urgenza di rimpinguare gli organici si può risolvere attingendo dalle graduatorie dei concorsi espletati negli enti locali. L’ Arpal è nata e deve funzionare per risolvere i cronici problemi del lavoro in Puglia, non per alimentarne altro precario, o per rappresentare un contorno funzionale al mantenimento degli equilibri nella maggioranza di governo.”

Il movimento presieduto a livello nazionale da Giorgia Meloni chiede, quindi, “la creazione di opportunità vere a tempo indeterminato per tanti aventi diritto, in piena trasparenza e all’insegna della meritocrazia”.

Promo