Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

L’Università cerca volontari per corsi di sostegno ai minori di 16 anni

504 Visite

A.A.A. cercasi studenti universitari volontari per l’educazione di minori, tra i 9 e 16 anni di età, bisognosi di lezioni per migliorare l’andamento scolastico. E’ partito da alcuni giorni l’invito dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” ai propri iscritti dopo che l’Ateneo barese ha aderito, e sponsorizza, il progetto “Volontari per l’educazione”, promosso da “Save the Children” con lo scopo di creare una community nazionale di studenti universitari dediti proprio a lezioni di sostento a bambini e adolescenti di famiglie meno fortunate.

L’emergenza sanitaria da Covid-19 non ha portato solo crisi economica, ritenuta dagli esperti la più severa dal secondo dopoguerra a oggi, sta emergendo pure una preoccupante emergenza educativa senza precedenti che potrà portare conseguenze estremamente gravi sul futuro delle giovani generazioni. Per correre immediatamente ai ripari, Save the Children ha inserito l’iniziativa Volontari per l’educazione, sostenuta dalla Conferenza dei Rettori e dalla Rete delle Università dello sviluppo sostenibile (Rus), all’interno della campagna Riscriviamo il futuro.

«La pandemia – ha dichiarato il rettore Stefano Bronzini – ha aggravato le diseguaglianze legate allo status socio-economico, all’area geografica di residenza e al digital divide, accentuando nel Paese emergenze, come quella educativa, che richiedono strumenti e soluzioni immediate. La partecipazione a iniziative come Volontari per l’educazione rappresenta un’opportunità di crescita per i nostri studenti ma anche, e soprattutto, un impegno della nostra Istituzione affinché nessuno sia lasciato indietro».

Tutti gli studenti che si candideranno volontariamente riceveranno una formazione specifica e con l’assistenza di educatori professionali, potranno seguire bambini e ragazzi, sulla base delle loro competenze e delle esigenze specifiche dei destinatari dell’intervento educativo, individuati in collaborazione con le scuole.

L’Università di Bari si dimostra così, ancora una volta, vicina al territorio e si mette al servizio delle istituzioni scolastiche grazie a quella fetta di cittadini che si sta preparando per insegnare o comunque e ai più alti livelli di formazione. A tutti coloro, che decideranno di portare il proprio contributo al progetto, a percorso compiuto, l’esperienza sarà convalidata come attività alternativa allo svolgimento del tirocinio curricolare oppure come un’ulteriore opzione formativa che consentirà loro di maturare dei Cfu. L’accompagnamento allo studio sarà comunque occasione di accrescimento umano e professionale soprattutto per chi in futuro vorrà dedicarsi all’insegnamento, così come al volontariato ma anche un’opportunità per poter mettersi in gioco e sviluppare competenze trasversali e di cittadinanza che sempre di più il mondo del lavoro richiede.

Gli interessati al progetto possono leggere ulteriori informazioni sul sito web “Volontari per l’educazione”  mentre per chi volesse aderire bisogna compilare l’apposito format online

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo