Bariseranews.it – Oltre la notizia

Va male ad una taccheggiatrice “tecnologica”. Beffati i sistemi di sicurezza ma non gli agenti

124 Visite

Il taccheggio e’ una pratica furtiva di antica data, in alcune comunita’ veniva considerata addirittura un’arte. E i taccheggiatori si adeguano ai tempi ed alle tecnologie. Ieri pomeriggio, i poliziotti hanno denunciato per furto aggravato una donna all’uscita di un centro commerciale della zona industriale. La ladra, una pregiudicata foggiana di 40 anni, aveva nascosto in una borsa schermata, per eludere il sistema antitaccheggio, vari capi di abbigliamento arraffati all’interno di un negozio. Convinta di averla fatta franca, non si aspettava di trovare gli agenti che l’hanno subito smascherata.

Nel quartiere Madonnella, sul Lungomare, invece, un pregiudicato barese 39enne è stato segnalato all’Autorità Amministrativa perché trovato in possesso di circa un grammo di marijuana. Agli agenti ha dichiarato che si trattava di stupefacente per uso personale, ma questo non gli eviterà ulteriori conseguenze per la patente di guida e i documenti validi all’espatrio.

Nel corso dei controlli anti Covid dopo le 22, sono stati segnalati e sanzionati numerosi cittadini che hanno violato le restrizioni del coprifuoco in varie zone della città.

Promo