Picchiò brutalmente i vigili urbani al mercato ortofrutticolo: arrestato

È stato condotto questa sera in carcere il 27enne pluripregiudicato che lo scorso 29 gennaio aggredì, insieme al padre 53enne, due agenti della Polizia locale che presidiavano il varco di accesso al mercato ortofrutticolo all’ingrosso in via Caracciolo.

La violenta aggressione, scaturita perché “avevano fretta”, causò lesioni tali che i due agenti furono condotti al Policlinico per accertamenti. Uno riportò abrasioni sul viso, mentre l’altro pestato mentre era a terra, riportò ferite più serie. I due furono rintracciati dopo qualche ora grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza che ripresero tutta l’aggressione.

Questa mattina, il gip del Tribunale di Bari ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 27enne, a causa dei suoi precedenti specifici, su proposta del pubblico ministero che ha coordinato le indagini, eseguita dalla stessa Polizia locale. Il giovane è stato rintracciato dagli agenti a Grumo Appula.

“Il provvedimento del gip, nel ritenere sussistenti i reati di resistenza e lesioni aggravate – riferisce la nota del comando dalla Polizia locale – nei confronti dei due pubblici ufficiali, ha sottolineato la “bestiale ferocia” con cui l’uomo attaccò gli operatori di polizia senza che questi avessero nemmeno il tempo di difendersi, causando lesioni a ciascuno con una  prognosi iniziale di 15 giorni.”.

Per il padre del giovane, commerciante, anche lui noto alle forze dell’ordine, che partecipò all’aggressione, il gip non ha ritenuto di applicare la misura cautelare in carcere, ma resta quindi la denuncia in concorso per i reati di oltraggio e rifiuto di generalità. All’uomo è stata anche revocata la tessera di accesso al mercato.

Promo