Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Bari dedica a Maria Celeste Nardini e Chiara Fumai due giardini della città

206 Visite

In occasione dell’8 marzo il Comune ha scelto di intitolare dei luoghi della città a tre importanti donne del  territorio barese. Per ricordare il loro impegno politico, sociale, culturale, per costruire una memoria condivisa che permetta di ricordare le tracce lasciate nella storia e nel patrimonio socio culturale, artistico e umano della  città

Dopo il giardino dedicato a Monica Dal Maso, attivista e operatrice sociale, due nuove intitolazioni. La prima a Maria Celeste Nardini, parlamentare di Rifondazione comunista e attivista animata da passione civile e impegno in favore dei diritti delle donne, dei lavoratori e dei più fragili.

 La seconda  a Chiara Fumai, che nella sua breve vita si è fatta conoscere e apprezzare come eccellenza assoluta nel panorama dell’arte contemporanea italiana. In questo modo diventerà imperituro il loro ricordo che scavalcherà spazio e tempo.  Questo progetto continua quanto già avviato in termini di toponomastica al femminile. L’intitolazione è stata fatta non nel giorno della Giornata della donna, ma in un giorno qualsiasi perché ancora oggi le donne subiscono violenza e vengono zittite dagli uomini.

Ancora oggi sono pochissime le vie dedicate alle donne rispetto a quelle intitolate agli uomini. Prossimamente uno spazio sarà intitolato anche all’attrice Marolina Defano.

L’anno scorso la prima mostra di arte contemporanea nell’ex teatro Margherita fu dedicata a Chiara Fumai, artista che ha valorizzato la figura femminile dando voce a tante donne senza voce. L’auspicio dell’amministrazione barese è che i luoghi che saranno dedicati alla loro memoria possano essere vissuti da donne e uomini, ragazze e ragazzi, bambine e bambini che siano testimoni di una nuova cultura lontana dagli stereotipi di genere, egualitaria e inclusiva.

                      Paola Copertino

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo