Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Bari, primo ko per Carrera e si allontana il secondo posto

118 Visite

Quando tutto sembrava andare per il verso giusto, il Bari delude nuovamente. I biancorossi perdono in casa per 2-0 col Potenza fornendo una prestazione insufficiente, insomma una squadra completamente diversa da quella vista a Castellammare. Dopo appena dieci minuti di gioco la strada si fa in salita per i biancorossi: viene fischiato un calcio di rigore in favore degli ospiti per fallo di mani di Perrotta, rigore realizzato da Baclet. Il Bari non riesce a reagire in modo adeguato, non ha idee, è poco mobile e non riesce a costruire occasioni da gol per gli attaccanti. Il Potenza acquisisce fiducia e con un’azione da manuale riesce a raddoppiare: una serie di triangoli e tocchi di prima portano Mazzeo a tu per tu con Frattali, assist al bacio per Baclet, che insacca a porta vuota. I biancorossi si riversano nella metà campo avversaria provando a segnare un gol prima del termine del primo tempo. La chance migliore per i baresi arriva sui piedi di Antenucci, che in una frazione di secondo, si gira e calcia dal limite dell’area, attento Marcone a deviare in calcio d’angolo. Nel secondo tempo il Potenza si chiude e concede campo al Bari, che non riesce però ad incidere, pur andando vicino al gol in molte occasioni. Al 58′ Antenucci si divora un gol già fatto: Rolando sguscia in area di rigore e serve il n. 7, che tutto solo, spara sul portiere. I biancorossi ci provano anche con De Risio che fa partite un bolide da dentro l’area di rigore, tiro forte ma centrale. Negli ultimi minuti il galletti non riescono a tirare, e terminano la partita anche con l’espulsione di Marras per doppia ammonizione. Una prestazione da dimenticare, una squadra lenta e prevedibile che non riesce a concretizzare le occasioni create. L’Avellino vince 2-0 contro la Paganese e ritorna a +4 sui biancorossi. Bisogna ritornare a vincere, partendo dalla Ternana, per provare a riprendere il secondo posto, che si allontana sempre di più.

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo