Bariseranews.it – Oltre la notizia

logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Social: usare con cautela

223 Visite

Negli ultimi tempi, a causa della tragica morte di una ragazzina, si è riaperto il dibattito intorno ai social e agli usi che ne fanno i giovani.

Perciò, noi “Giornalisti in Campo” della Prima e della Seconda C (scuola “Manzoni Lucarelli”), abbiamo deciso di condurre un’indagine, intervistando i nostri compagni sull’uso dei social.

In tutto abbiamo interrogato ventidue alunni, tra i dieci e i tredici anni.

Come prima domanda, abbiamo chiesto quali social utilizzino: ventuno alunni su ventidue hanno detto che utilizzano WhatsApp, altrettanti Tik Tok, e molti altri hanno anche Instagram, Twich, Snapchat e perfino Twitter.

Tutti gli intervistati di Seconda sono consapevoli del limite d’età dei social, alcuni affermano che i genitori li controllano e per fortuna così anche alcuni di prima, ma non tutti.

Molti sanno bene a cosa vanno incontro, mentre ci sono anche alunni che non lo sanno e altri a cui non importa del rischio che stanno correndo: è qui che, secondo noi, ci vorrebbero dei controlli maggiori e una supervisione più efficiente.

Abbiamo poi posto loro un’altra domanda: abbiamo chiesto se secondo loro fosse giusto imporre un limite d’età; anche in questo caso abbiamo avuto molti sì (16), ma anche alcuni no (5).

Molti pensano che il limite d’età serva solo ai più piccoli, che non essendo coscienti rischiano di fare cose brutte a loro stessi e agli altri; alcuni invece dicono che il limite d’età non è importante se c’è il controllo e il consenso dei genitori.

La maggior parte degli intervistati pensa che il limite serva alla loro sicurezza, ma ci sono anche altri che non sono d’accordo; qualcuno pensa che sia colpa delle persone che postano video non adatti, e non di chi li va a vedere; alcuni invece ci hanno detto che non sono d’accordo perché ognuno è libero di fare ciò che vuole, mentre altri ci hanno risposto solo “no”.

Noi della redazione come prima cosa vorremmo sottolineare che la maturità di una persona non dipende solo dall’età, ma anche dall’educazione data, quindi è giusto mettere un limite d’età anche se non risolverebbe totalmente il problema.

Molti ragazzi scaricano i social solo per sentirsi parte di un gruppo, infatti alcuni hanno aggiunto che hanno paura di rimanere soli e di risultare infantili e diversi rispetto agli altri.

Concludendo possiamo dire: usiamo i social, sì, ma con cautela!!

Anita Lepore, Arianna Muscettola (e Redazione scolastica) – 2^C Secondaria I grado – I.C. “Ceglie – Manzoni Lucarelli”

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo