Parco della Giustizia, primo lotto pronto nel 2028. Stefanì: “Opera urgente da finanziare con il Recovery Plan”

Potrebbero volerci sette anni perché veda la luce il primo lotto del Parco giudiziario, previsto nelle ex caserme dismesse Milano e Capozzi. Questi i risultati di una riunione di vertice degli uffici giudiziari baresi, ai quali è stato trasmesso il cronoprogramma del progetto, con termine dei lavori stimato per il 2028.

La Conferenza permanente della Corte d’Appello del capoluogo pugliese, si è espressa all’unanimità contro l’ipotesi che prevede tempi così lunghi per risolvere la questione dell’edilizia giudiziaria in città.

Sulla problematica è intervenuto il Presidente dell’Ordine degli Avvocati d Bari Giovanni Stefanì: “Chiediamo un commissario ad hoc e misure straordinarie per addivenire in tempi più brevi di quelli ipotizzati alla realizzazione del polo giudiziario. È giunto il momento che il tema venga posto al centro dell’agenda di governo e, per questo, la Commissione Permanente ha richiesto formalmente al ministero della Giustizia di inserire quest’opera tra quelle da finanziare prioritariamente con le risorse del Recovery Plan.”

Promo