Bariseranews.it – Oltre la notizia

scuola

Zona rossa, lezioni in presenza solo per disabili e BES. Il Ministero: “Tra i banchi anche i loro compagni di classe”

158 Visite

Un popolo di studenti, di ogni età, costretto alla didattica a distanza. Ed una moltitudine di genitori in difficoltà, costretti ad esperire ogni tentativo utile per conciliare le necessità formative dei figli ed i loro impegni lavorativi. L’inserimento in zona rossa della Puglia, valido da oggi, ha comportato la chiusura d’imperio delle scuole di ogni ordine e grado, dagli asili nido fino alle superiori, superando sul tema anche le recenti ordinanze regionali, firmate da Emiliano.

Unica eccezione la presenza in classe consentita, ad ogni livello, agli alunni disabili e con bisogni educativi speciali certificati, a patto che vi sia una richiesta in tal senso della famiglia di provenienza. E, per non lasciare soli tra i banchi questi ragazzi, è stata lasciata alle scuole la possibilità di prevedere la contemporanea partecipazione alle lezioni di un piccolo gruppo di compagni.

Secondo una nota emessa dal Ministero dell’Istruzione, infatti, gli istituti “valuteranno di coinvolgere nelle attività in presenza anche altri alunni appartenenti alla stessa sezione o gruppo classe, secondo metodi e strumenti autonomamente stabiliti e che ne consentano la completa rotazione in un tempo definito, con i quali gli studenti BES possano continuare a sperimentare l’adeguata relazione nel gruppo dei pari, in costante rapporto educativo con il personale docente e non docente presente a scuola.”

Promo