Bariseranews.it – Oltre la notizia

“A Bari la droga circola come il pane”. Un’iperbole significativa

155 Visite

Circola più hashish e marijuana a Bari che pane. E’ un’iperbole, ma e’ il caso di dirlo, visto i numerosi interventi di Carabinieri e Polizia, sia a Bari città e sia nell’hinterland, fino a raggiungere Milano.

Un fenomeno preoccupante che evidentemente è fortemente connesso con la pandemia. Chi è “abituato” a sballarsi o è un regolare assuntore, con queste continue chiusure a causa dell’emergenza sanitaria è costretto ad escogitare nuovi modi di approvvigionamento per continuar a “farsi”. La solitudine e l’ansia provocati dalla condizione psicologica che attiva anche solo l’idea del Covid o del possibile contagio, invece, aprono la strada pericolosamente alla droga, vista come unico sfogo per avere una qualche forma, ovviamente innaturale, di conforto, felicità e benessere.

Dall’altro lato, anche i pusher hanno cambiato il modo di approcciarsi alla clientela, vendendo la droga su internet o persino con le “consegne a domicilio”.

“La necessità aguzza l’ingegno” declama un antico adagio che però è sempre attuale. Così, in tempo di Covid, il mercato della droga non si ferma, ma anzi cresce grazie anche alle piazze virtuali.

Ecco perché i controlli sono più serrati e avvengono su vari livelli. Japigia, per esempio, sembra un grosso centro di spaccio, numerosi sono stati gli interventi delle forze dell’ordine in abitazioni, condomini e locali. Così come Carrassi, solo per citare gli ultimi casi di cronaca.

Anche nell’hiterland barese, la situazione non cambia. Da Bari partono corrieri per consegnare a domicilio la “roba”. Capurso, Modugno sono forse i centri più attenzionati. Tra questi c’è anche Triggiano, dove è stato sorpreso qualche giorno fa un 27enne barese, già noto alle forze dell’ordine, con 400 grammi di hashish.

Durante un controllo in campagna, il Nucleo Operativo Radiomobile ha notato un’auto sospetta aggirarsi nell’agro. Alla vista dei militari, il conducente ha cercato di seminarli, ma dopo un rocambolesco inseguimento, i militari sono riusciti a fermare l’auto. Nel corso della perquisizione sono stati trovati 400 grammi di hashish nell’abitacolo. I controlli sono proseguiti poi nell’abitazione del 27enne dove sono stati scoperti altri 60 grammi. Secondo i Carabinieri, l’uomo avrebbe dovuto consegnare la droga a qualcuno per poterla vendere a Triggiano. Il giovane è stato subito arrestato.

Promo