Bariseranews.it – Oltre la notizia

Rimossi 31 relitti abbandonati sul litorale cittadino

512 Visite

La costa barese riacquista un po’ di pulizia e di decoro. Sono appena terminate le operazioni di rimozione di ben 31 relitti, tra cui piccole barche e pedalò, abbandonati sul litorale dei Municipi I e V. L’intervento, appaltato dall’Amiu a una ditta privata, è frutto di un’iniziativa dell’assessorato comunale all’Ambiente. Indispensabile è stata la collaborazione della Polizia locale e della Capitaneria di porto, che prima di autorizzare lo smaltimento dei natanti hanno verificato che nessuno ne rivendicasse la proprietà, onde evitare possibili contenziosi. Inizialmente era preventivata l’eliminazione di soli 15 relitti, ma grazie ai controlli più approfonditi e alle segnalazioni sopraggiunte si è riusciti a raddoppiare il risultato.

La bonifica si è svolta in due tranche: nella giornata del 2 marzo presso il porto di Santo Spirito e cala Pantano (baia San Giorgio), mentre oggi presso il molo Sant’Antonio e il porto di Torre a Mare. Le imbarcazioni rimosse, per quanto potessero sembrare elementi caratteristici del paesaggio in una città di mare, rappresentavano in realtà un annoso problema. Con il loro ingombro, infatti, costituivano un pericolo per i pescatori stessi e per tutti coloro che praticano attività sportive e ricreative in quei luoghi. Si erano poi trasformate in vere e proprie bombe ecologiche a causa dei rifiuti accumulati all’interno, oltre alle vernici e ai frammenti di scafo che si disperdevano nell’ambiente con le intemperie.

Se è vero che anche l’occhio vuole la sua parte, bisogna ammettere che delle barche fatiscenti e sporche hanno ben poco di pittoresco. Tuttavia, i cittadini di Santo Spirito si stanno attivando per recuperarne una, in accordo con la ditta incaricata dello smaltimento, al fine di riqualificarla e trasformarla in elemento di arredo per il quartiere. Trattandosi di un’installazione da collocare su suolo pubblico, i tecnici comunali dovrebbero naturalmente studiare la soluzione più opportuna per scongiurare eventuali pericoli e utilizzi impropri.

Promo