Bariseranews.it – Oltre la notizia

In Francia AstraZeneca solo agli over 55. Perche? I dubbi del responsabile del liceo scientifico sportivo

336 Visite

Dunque le autorita’ sanitarie italiane dopo l’ok dell’ Ema hanno dato il via libera all’uso incondizionato del vaccino AstraZeneca che da questo pomeriggio e’ tornato ad essere inoculato agli italiani. La novita’ e’ rappresentata dal fatto che la Francia ne consiglia l’uso solo a chi ha piu’ di 55 anni, forse perche’ la quasi totalita’ dei casi di trombosi dei seni vasali cerebrali ha colpito soggetti con meno di 55 anni. Danimarca e Paesi Scandinavi continuano addirittura a non utilizzare quel vaccino per motivi precauzionali. E in Italia ora ci si interroga sul perche’, paesi che fanno parte a tutti gli effetti dell’Europa, abbiano assunto queste decisioni. Fra i destinatari del siero AstraZeneca a Bari ci sono gli operatori scolastici che sin da oggi pomeriggio hanno ripreso a vaccinarsi. Abbiamo sentito il dottor Fabio Sperduti, responsabile del liceo scientifico sportivo paritario.

Dott. Sperduti il personale del suo liceo è pronto per la vaccinazione? Quale vaccino sarà somministrato?

“Sì, è pronto e dovrebbe essere vaccinato a breve proprio con AstraZeneca, ma in verità sono basito dalla comunicazione del governo francese che raccomanda l’uso di AstraZeneca agli over 55, esattamente l’opposto di quanto veniva raccomandato sino ad una settimana, dieci giorni fa. Un corto circuito davvero inspiegabile se penso che la Francia è un paese fondatore della Comunità europea come l’Italia ed è rappresentata all’Ema. Penso che la loro decisione abbia delle motivazioni di fondo”.

E’ preoccupato che il personale del suo liceo possa rinunciare a vaccinarsi con AstraZeneca?

“La maggior parte dei docenti del liceo scientifico che gestisco ha meno di 55 anni, ma l’interrogativo si pone non solo per il personale della scuola, ma per i tanti giovani italiani che in seguito alle decisioni prese dalla Francia e dai paesi scandinavi si chiederanno chi stia facendo la scelta migliore. Credo sia inevitabile. Faccio un esempio: tutti gli altri vaccini vengono usati nello stesso modo dappertutto e quindi ci si avvicina con la massima sicurezza e fiducia, fermo restando quel minimo rischio che non può essere annullato. Nella fattispecie del vaccino anti Covid non è così”.

E allora come si esce, a suo avviso, da questa situazione?

“Con un messaggio veramente tranquillizzante”.

Quale?

“Semplice, e non i tratta di una boutade: vedendo al più presto i politici italiani e i componenti del Cts e dell’Aifa, l’Agenzia del farmaco, ovviamente under 55, vaccinarsi pubblicamente con AstraZeneca. Messaggio più efficace non credo ci possa essere”.

Promo