Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Il Polivalente tra le scuole per i lavori finanziati con 19 milioni di euro dal ministero dell’Istruzione

495 Visite

A dieci giorni dalla divulgazione dei dati sullo stato delle scuole, diffusi da Legambiente attraverso il report Ecosistema Scuole, giunge una buona notizia: il Ministero dell’Istruzione finanzierà quasi 19 milioni di euro per interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico da effettuare in diversi istituti scolastici superiori presenti sul territorio di Bari e provincia. A darne notizia è la Città Metropolitana di Bari. Il finanziamento è stato previsto nel decreto ministeriale n.13 dell’08 gennaio 2021 finalizzato a sostenere questo tipo di interventi di edilizia scolastica.

Le scuole pugliesi e baresi in particolare non sono in un buono stato di salute. Nel 20° rapporto dell’associazione ambientalista è infatti emerso che dal 2014 al 2020 su oltre 276 progetti ecosostenibili, finanziati in Puglia, solo l’11,2% è stato portato a termine e che la maggioranza degli edifici scolastici necessita di interventi edilizi vari. Nella città di Bari circa il 30% delle scuole ha bisogno di interventi urgenti di manutenzione straordinaria per adeguamento alle norme europee e per eliminazione rischi (prevenzione incendi e barriere architettoniche), nonché lavori antisismici pur non essendo in zona a rischio di terremoti e, quasi tutte, di interventi per l’efficientamento energetico attraverso lavori di isolamento di pareti esterne e sostituzione di infissi per evitare la dispersione termica.

Diciotto sono i progetti che la Città Metropolitana di Bari ha presentato per realizzare lavori finalizzati a minor spreco di energia. Ora ha ottenuto i fondi pari a un totale di 18 milioni e 766 mila euro per le scuole dei comuni di Bari, Acquaviva delle Fonti, Gioia del Colle, Altamura, Cassano Murge, Castellana Grotte, Rutigliano, Molfetta, Ruvo di Puglia, Corato e Bitonto. Su Bari rientreranno prevalentemente diverse scuole ospitate nel plesso del Polivalente e gli edifici delle scuole Marconi, Marco Polo e Vito Pascali, costruzioni che risalgono a circa 35-40 anni fa ed oltre. Saranno tutte interessate da lavori di manutenzione e di efficientamento energetico per ridurre i costi del riscaldamento essendo state riscontrate molte dispersioni termiche spesso dovute soprattutto alla presenza di vecchi infissi. Non è da escludere che la maggior parte degli interventi possa interessare proprio la sostituzione di finestre in particolare.

“È una boccata di ossigeno per un settore, quello della manutenzione degli istituti scolastici, che richiede continui finanziamenti – dichiara Marco Bronzini, consigliere metropolitano delegato all’edilizia scolastica – e per un Ente che gestisce 132 plessi scolastici (per 62 scuole, ndr) in 41 Comuni”. Sono in tutto 28 gli istituti superiori del Barese gestiti dalla Città Metropolitana, tra questi i lavori più urgenti sono stati valutati per alcuni di essi, ma pure gli altri non saranno dimenticati.

I lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria negli edifici scolastici sono frequenti. Per la pandemia, come ricorda sempre il consigliere Bronzini, la Città metropolitana ha dovuto “predisporre, a tempo di record, una serie di interventi di edilizia leggera come all’inizio dello scorso anno scolastico per garantire i distanziamenti necessari per la didattica in presenza con aule di maggiori dimensioni rispetto a quelle attualmente a disposizione ove possibile o rimettendo in produzione ambienti da tempo non più utilizzati per mancanza di adeguata manutenzione (a causa di storiche e ripetute ristrettezze economiche)” e la Città metropolitana ha sempre dimostrato “di sapere utilizzare con efficienza i finanziamenti pubblici”.

Se da un lato ci saranno scuole interessate a interventi più impegnativi, altri edifici potranno, di conseguenza, sperare in altri lavori di manutenzione in quanto tali finanziamenti “consentiranno indirettamente anche ad altre scuole di beneficiarne attraverso le maggiori disponibilità relative dei finanziamenti che l’Ente mette a disposizione per gli interventi di edilizia – afferma il consigliere metropolitano – In particolare, è opportuno precisare che, per non trovarci in ritardo rispetto alle tempistiche previste da quest’ultimo finanziamento, questa amministrazione aveva già stanziato un importo di circa 300.000 euro sul proprio bilancio (attualmente in fase di approvazione) per ridurre i tempi necessari alle procedure di progettazione ed accelerare quindi sulle tempistiche di affidamento (23 mesi al massimo) e rendicontazione”.

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo