Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Canottaggio, al primo Meeting nazionale consensi per il Barion

210 Visite

A Piediluco buoni risultati ottenuti fra i Ragazzi, fra doppio maschile e singolo femminile

Al primo Meeting nazionale di canottaggio il Circolo Canottieri Barion ribadisce la sua competitività. A Piediluco, sede della due giorni di gare, i ragazzi allenati da Alessandro Dironzo riportano buoni piazzamenti, su tutti quelli ottenuti in due fra le specialità più competitive della categoria Ragazzi.

Davvero apprezzabili, in questo senso, il secondo posto ottenuto in finale B sia nel doppio maschile, con i 16enni Francesco Capone e Giancarlo Leonetti protagonisti di una bella prestazione ad un soffio dalla finale A, che nel singolo femminile, con Alessandra Quaranta, 15 anni. Due risultati che di fatto inquadrano i giovani tesserati Barion fra i primi dieci nelle rispettive specialità di gara. 

Doppio quinto posto per il 17enne Michelangelo Quaranta, sia nella semifinale di doppio junior, sua categoria di appartenenza, assieme a Luigi Tamborrino, anche lui 17enne, che nella finale B del doppio Pesi Leggeri unitamente a Luigi Dolce, 22 anni. Massimo impegno ma accesso precluso alla fase successiva, infine, per lo stesso Dolce nel singolo Pesi Leggeri, Chiara Tamborrino, 15 anni, e Sofia Caliandro, 14, nel doppio Ragazze, Luigi Tamborrino nel singolo Junior, arenatisi fra semifinali e qualificazioni.

«In una contesto agonistico di assoluto rilievo – osserva il direttore sportiva Carlo Quaranta, al seguito degli ragazzi anche nella trasferta umbra – gli atleti del Barion si sono fatti valere. C’è solo da complimentarsi con loro e con lo staff tecnico guidato da Alessandro Dironzo. Purtroppo tutti hanno dovuto fronteggiare condizioni meteo avverse, in particolare il vento contro che ha finito con il penalizzare i nostri atleti. Ma in sede si compie quotidianamente un gran lavoro e già se ne vedono i frutti in gare nazionali. L’auspicio è ovviamente quello di poter fare sempre meglio».

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo