Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Appicca l’incendio al negozio vicino casa. Ai domiciliari un affiliato

115 Visite

Anche durante la pandemia, i clan non si sono fermati. Il 3 febbraio è stato appiccato un incendio alle vetrine di un negozio di rivendita materassi in viale Unità d’Italia, da poco inaugurato.

Le indagini dei Carabinieri della Stazione di Carrassi hanno permesso di risalire all’autore dell’incendio. Nelle immagini di videosorveglianza si vedono i movimenti dell’uomo, travisato, che appicca l’incendio e, tanica alla mano, si dirige verso casa, a poca distanza dal luogo.

Si tratta di Francesco Diomede, 51enne, pregiudicato per reati specifici collegati a estorsione e pizzo, sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata e ritenuto affiliato all’omonimo clan. Nel corso della perquisizione è stato trovato l’abbigliamento indossato usato per il reato.

I Carabinieri di Bari Centro hanno eseguito oggi l’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica. Per il magistrato inquirente, gli elementi raccolti indicherebbero l’estorsione e la richiesta di pizzo, ma al momento il reato non è stato configurato. L’accusa per Diomede è di tentato incendio aggravato.

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo