Slider
Slider
Slider

Bari, sgomberato l’istituto oncologico Giovanni Paolo II legionella nelle tubature e morte sospetta

84 Visite

È stata accertata la presenza del batterio della legionella nelle tubature dell’istituto oncologico Giovanni Paolo II di Bari. Per questa ragione la direzione sanitaria dell’ospedale ha disposto la sanificazione di tutti gli impianti idrici e lo sgombero di tutti i reparti. Le operazioni di sanificazione saranno eseguite domani e domenica e l’ospedale conta di riprendere la regolare attività già da lunedì.

La legionella è un batterio che provoca una malattia  che colpisce prevalentemente il sistema respiratorio con forme anche acute di polmonite.

Attualmente i pazienti ricoverati sono 65. Una decina saranno trasferiti in altre strutture ospedaliere della provincia mentre gli altri saranno dimessi come era già previsto.

Gli accertamenti tecnici sulla presenza di legionella sono stati disposti dopo la morte di una paziente 66enne, il 7 marzo scorso. La donna, paziente oncologica ricoverata nel reparto dove è stata poi verificata la presenza del batterio nelle tubature, è risultata positiva alla legionella e anche al Covid.

La famiglia ha presentato una denuncia e sul caso la Procura ha aperto un’indagine. I carabinieri del Nas nei giorni scorsi hanno acquisito tutta la documentazione clinica.

Slider

Promo