Slider
Slider
Slider

Istruzione, revocato l’incarico al Ministero al presunto “stalker” della Azzolina

110 Visite

È durato meno di 48 ore l’incarico presso il Ministero dell’Istruzione del professor Pasquale Vespa, scelto come componente del suo staff dal sottosegretario Rossano Sasso, barese, deputato della Lega. Il vespaio di polemiche sollevato dalla nomina del sindacalista napoletano è stato dovuto al fatto che risulta attualmente imputato in un procedimento promosso contro di lui dall’ex ministro Lucia Azzolina, titolare del medesimo dicastero ai tempi del governo Conte, che lo accusa di diffamazione reiterata a mezzo stampa e minacce. L’esponente dei 5 stelle lo aveva definito via social il suo “stalker”.

La querelle, della quale avevamo già parlato su queste colonne, è stata prontamente risolta da Patrizio Bianchi, che ha sostituito proprio la Azzolina nel prestigioso incarico ministeriale, scelto dall’attuale Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Il contratto di collaborazione di Vespa, infatti, è stato revocato, dopo un confronto che ha visto protagonisti proprio Bianchi e Sasso, concordi nella richiesta, formulata al collaboratore, di farsi da parte fino al chiarimento della sua posizione giudiziaria.

Slider

Promo