Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Torna con videoclip e un contest l’iniziativa per le scuole “Giù per il tubo”

279 Visite

Pure le campagne informative e i concorsi dedicati alle scuole, si adeguano e si rinnovano a causa delle restrizioni dettate dalla pandemia. Sappiamo tutti quanto sia necessario salvaguardare l’ambiente ed in particolare l’acqua, non contaminata, come elemento di sopravvivenza per qualunque specie vivente; da quella umana alla fauna ed alla flora. E della stessa natura visto che segue un ciclo continuo in cui passa da vapore, liquido e solido, per poter essere sempre presente sulla Terra. Chissà perché però ce ne dimentichiamo e continuiamo a sbagliare e ad inquinare. Ed è per ricordarci tutto questo e soprattutto cosa non dobbiamo fare che, ancora una volta, Legambiente Puglia e Autorità Idrica Pugliese tornano, insieme, con la seconda edizione “Giù per il tubo” finalizzato a sensibilizzare gli studenti sul tema della depurazione.

Il concorso, patrocinato da Regione Puglia ed Anci Puglia, si svolgerà in due parti entrambe in chiave virtuale per rispettare le norme anti-Covid. La prima prevede la visualizzazione di 8 videoclip, la seconda la “didattica attiva” e il coinvolgimento degli studenti attraverso un contest creativo. Gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado attraverso i video viaggeranno nel mondo dell’acqua, dal sistema della depurazione delle acque reflue al rilascio nell’ambiente, con l’obiettivo di una sempre maggiore attenzione e consapevolezza verso le grandi questioni ambientali. Ogni videoclip, in modo creativo e semplice, affronterà un argomento diverso su un tema specifico. Gli otto episodi raccontano le caratteristiche chimico-fisiche delle risorse idriche, il ciclo dell’acqua, il processo di scarico e le varie fasi di un impianto di depurazione. In ogni video viene presentato un esperimento da poter realizzare anche a casa con materiale di semplice reperibilità, insieme con nozioni scientifiche e tecnologiche.

Gli studenti di età compresa tra i 6 e i 14 anni apprenderanno cosa accade all’acqua quadro apriamo un rubinetto o la doccia per lavarci, dove finisce l’acqua sporca di una lavatrice e dove quella di un lavandino. Dopo la visualizzazione gli alunni di una classe, attraverso un referente, potranno partecipare ad un contest online per ideare graficamente i contenuti. I videoclip sono un’anteprima di contenuti più completi che saranno forniti in laboratori online alle otto classi vincitrici. Nella seconda fase del progetto saranno svolte lezioni più complete e personalizzate in modalità online e sincrona per le classi vincitrici.

«“Giù per il tubo” punta a sensibilizzare i giovani sull’importanza di preservare le risorse idriche, un bene prezioso ma minacciato dal cambiamento climatico e dalle azioni spesso dannose dell’uomo – – ricorda Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – L’obiettivo è aumentare la conoscenza sui modi corretti di gestire l’acqua, per comprendere come ogni sua goccia sia di vitale importante per il benessere di tutti».

L’obiettivo è quello di sensibilizzare le giovani generazioni e, attraverso loro, le famiglie, ad un uso più corretto della risorsa idrica «attraverso il tema del ciclo depurativo e un formato didattico snello e moderno – aggiunge Antonio Matarrelli, presidente dell’Autorità Idrica Pugliese e sindaco di Mesagne – La consapevolezza dell’importanza della salvaguardia dell’acqua è un tema sul quale occorre investire perché solo comprendendone la rilevanza possiamo costruire un percorso virtuoso partendo proprio dalle nostre scuole».

Per partecipare al contest bisogna iscriversi entro il 17 aprile 2021. È possibile aderire al progetto gratuitamente sui siti di Legambiente Puglia ed Autorità Idrica Pugliese e/o iscrivendosi al form. Per ogni chiarimento ed assistenza è possibile scrivere a segreteria@legambientepuglia.it o telefonare allo 080.5245676.

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo