Bariseranews.it – Oltre la notizia

Vademecum play off serie C

364 Visite

Le ultime quattro gare della stagione regolare (Avellino, Palermo, Turris e Bisceglie) sanciranno la posizione del Bari nella classifica finale. La differenza tra le possibili tre posizioni (secondo, terzo o quarto posto) occupate dalla squadra di Carrera a fine campionato è decisamente rilevante in ottica promozione.
Per pescare la quarta promossa in Serie B in aggiunta alle vincitrici dei tre rispettivi gironi, i playoff sono strutturati in tre fasi: playoff di girone (ulteriormente suddiviso in due parti), nazionale (anch’esso scisso in due componenti) e final four (semifinale e finale).

PRIMO TURNO – PLAYOFF GIRONE

Il funzionamento della prima fase è complesso e non interessa i biancorossi, poiché in questa si sfidano le squadre dal quinto al decimo posto nei due gironi in cui non si trova la migliore quarta classificata (nel girone della migliore quarta si qualificano le squadre dal sesto all’undicesimo posto).

SECONDO TURNO – PLAYOFF GIRONE.

Nella seconda parte della prima fase (playoff del girone, dunque prima dell’accesso alla fase nazionale) si sfidano le rose che hanno superato il precedente step, le due peggiori quarte e la quinta nel girone in cui è presente la migliore quarta. Qui, le partecipanti di ogni girone vengono collocate in un tabellone secondo il criterio del piazzamento in classifica ottenuto nella stagione regolare. Da questo scenario emergono sei squadre pronte ad affrontare la fase nazionale. Il Bari, qualora dovesse essere scavalcato dal Catanzaro, si ritroverebbe coinvolto in un lungo ed estenuante percorso che parte proprio in questo turno.

PLAYOFF NAZIONALE – LE DUE FASI.

Anche questo step è suddiviso in due turni: nel primo entrano le sei vincenti della precedente fase, le tre terze qualificate dei rispettivi gironi (attualmente il Bari entrerebbe in gioco in questa fase) e la migliore quarta, per un totale di dieci. Da questo mini torneo proseguono il proprio cammino solo cinque squadre, che in aggiunta alle tre seconde dei gironi si giocano il secondo turno della fase nazionale dei playoff. A differenza della prima fase di playoff (quella del girone) le partite a livello nazionale prevedono andata e ritorno.
Attenzione: sei il Bari chiudesse al quarto posto potrebbe comunque accedere direttamente alla fase nazionale, ma solo in caso di migliore quarta dei tre gironi.


FINAL FOUR. L’ultimo scoglio per staccare il biglietto direzione Serie B sono le ‘Final Four’, alle quali partecipano le quattro squadre che hanno superato i playoff nazionali, scontrandosi in semifinale (andata e ritorno) e in finale (anch’essa distribuita in due gare).

Per i biancorossi arrivare quarti significa disputare una partita della prima fase, quattro gare dei due turni della fase nazionale e le quattro comprese nella Final Four per un totale di nove partite.
La conquista del terzo posto vuol dire risparmiarsi una gara della prima fase e scendere campo otto volte per raggiungere la Serie B.
Arrivare secondi, invece, significa evitare tutta la prima fase (quella del girone) e il primo turno della fase nazionale, concentrandosi ‘solo’ su sei partite: due per il secondo turno della fase nazionale e quattro per le Final Four.


Promo