Covid, detenuto positivo semina il panico al Policlinico

Ha tentato la fuga dall’area rossa del pronto soccorso del Policlinico. Così un detenuto positivo al Covid si è prima barricato nel bagno sfasciando vari suppellettili, poi ha cercato di aggredire medici e infermieri con staffe di ferro staccate dal letto, quindi, non contento, ha colpito con calci e sputi i due poliziotti di scorta che tentavano di bloccarlo.

Pomeriggio di ordinaria follia nell’ospedale più grande di Puglia, come ha denunciato il Sappe, il sindaco di Polizia penitenziaria in una nota: “Il fatto grave dimostra che le nostre richieste erano corrette e necessarie”. Il riferimento è all’organizzazione dell’emergenza Covid nelle strutture penitenziarie, tra “mancanza di spazi adeguati” e focolai sempre più diffusi. “A Bari ed in altre carceri pugliesi – continua il sindacato – incomincia ad essere preoccupante la presenza di detenuti e poliziotti positivi, con la tensione tra la restante popolazione carceraria ormai alle stelle”. Nel carcere del capoluogo pugliese ci sono 9 detenuti e 7 poliziotti positivi-

Promo