Slider
Slider
Slider

Occupazione abusiva di frutta e verdura per strada e assembramenti: doppio intervento della Polizia locale

147 Visite

È costata 5mila euro la sanzione per occupazione abusiva della sede stradale finalizzata alla vendita non autorizzata di frutta e verdura ad un venditore ambulante che stamane cercava di vendere i prodotti ortofrutticoli nella zona di Santa Caterina.

Durante alcuni normali controlli, gli agenti della Polizia locale hanno visto la bancarella improvvisata, proprio su uno svincolo, davanti ad un’insegna stradale che segnalava una svolta. Inevitabile l’intervento immediato degli agenti, anche perché le cassette creavano un certo disagio al traffico veicolare.

La merce e le attrezzature sono state sequestrate per essere confiscate. Gli alimenti, tutti deperibili, sono stati invece consegnati alle strutture cittadine di accoglienza e carità.

Per quanto riguarda il Covid, questa sera grazie alla segnalazione di alcuni residenti, sono state verbalizzate 11 persone all’interno di un piccolo locale in Via Mameli nel quartiere Madonnella. I giovani, rigorosamente senza mascherina, stavano fumando, ascoltando musica ad alto volume mentre mangiavano e bevevano. Gli agenti hanno sanzionato il gruppo per complessivi 4.400 euro. Sono ora in corso ulteriori accertamenti nei confronti del proprietario dell’immobile. Intorno alle 21, sono state sanzionate anche altre 6 persone nei pressi della Stazione centrale.

Nelle ultime settimane gli assembramenti si moltiplicano. È evidente che la gente è stanca di queste chiusure come è evidente che chi ci governa sta sbagliando molte mosse e non riesce a far capire che il contagio si propaga proprio a causa degli assembramenti incontrollati e di azioni rischiose per la salute.

Se la Puglia dovesse rimanere “zona rossa”, come dimostrato da un tasso di positività medio attestato intorno al 13% ormai da troppo tempo, la causa è da attribuire proprio alle nostre condotte sbagliate.

Lo ricordiamo a chi lo ha dimenticato, “zona rossa” vuol dire chiusura totale e sanzioni a chi va in giro. E se le maglie dei controlli sembrano un po’ più larghe, possono stringersi rapidamente, con conseguenze inimmaginabili. La situazione è estremamente pericolosa, basta poco per esplodere. Ecco perché bisogna rispettare la legge e le norme anti contagio.

Slider

Promo