Slider
Slider
Slider

E…STATE in fuga

128 Visite

“L’ estate sta arrivando”, recita una canzone e come ogni anno, puntuale, si presenterà il problema dell’abbandono degli animali domestici.

Infatti, con la bella stagione, ci si dimentica dei nostri amici a quattro zampe per pensare alle vacanze.

Specialmente dopo mesi di pandemia, sono in tanti che sognano già di trovare un paradiso in cui rilassarsi, senza preoccuparsi di trovare un luogo adatto anche agli animali: quelli stessi che in inverno diventano una bella compagnia, in estate  sono considerati un peso, sono scomodi e fastidiosi e quindi?

Quindi si abbandonano senza alcun rimorso, per strada, nei campi, nei cassonetti della spazzatura, con facilità e leggerezza.

Una vera e propria crudeltà che espone gli animali a sofferenze e mille pericoli, a maltrattamenti ed incidenti.

Si stima, infatti, che in Italia vengano in media abbandonati 50000 gatti ed 80000 cani in estate.

L’abbandono è un reato, punibile per legge anche con l’arresto, ma questo non basta a frenare ed a contenere il fenomeno.

Molte sono le associazioni che cercano di sensibilizzare la popolazione e tantissimi i vip che si prestano gratuitamente come testimonial di campagne contro l’abbandono degli animali domestici anche perché in Italia ci sono diversi centri che potrebbero ospitarli.

Io credo che prima di pensare di abbandonare un animale dovremmo fermarci a riflettere: a noi piacerebbe che qualcuno ci lasciasse, ci mollasse senza pietà? Gli animali si legano ai padroni ed ai luoghi in cui vivono. Gli animali non sono dei peluche che si tengono solo finché servono.

Riflettiamo, dunque, prima di pensare alle vacanze, pandemia permettendo!

Antonio Palmieri, 4^B, 3 CD “D’Annunzio” Trani

Slider

Promo

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com