Bariseranews.it – Oltre la notizia

EMPORIOAMATO_ECOMMERCE_MANCHETTE
zona franca
migorusperfast
PUGLIASERA
LUNGAVITA
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene
Mercato immobiliare Bari

Vendere casa a Bari? Serve più pazienza che altrove!

183 Visite

Tra le grandi città, Bari è quella in cui chi decide di vendere una casa deve avere più pazienza. Infatti, nel secondo semestre del 2020, il capoluogo pugliese è quello che in tutta Italia ha registrato il dato più alto per quanto riguarda i tempi di vendita degli immobili.

Sono 162 i giorni che trascorrono dal momento in cui uno stabile viene messo in vendita a quello in cui vengono completate tutte le pratiche sui passaggi di proprietà. Per capire quanto la performance di Bari sia “fallimentare” sotto questo aspetto, basta guardare la media nazionale dei capoluoghi di provincia che si attesta a 146 giorni. Tra quelle che invece si sono posizionate meglio ci sono Bologna con appena 57 giorni e Milano al secondo gradino del podio con 60 giorni, in leggero peggioramento rispetto allo scorso anno.

La durata dei tempi di vendita degli immobili è un segnale di primo piano per stabilire la salute del mercato immobiliare di una città. Nel caso di Bari, non si può comunque parlare di performance negativa considerando il fatto che, sempre nello stesso periodo, ha visto crescere di un punto e mezzo percentuale il valore dei suoi immobili, classificandosi al primo posto tra i capoluoghi italiani. Una posizione che contrasta inevitabilmente con quella della lista dei tempi di vendita nelle città, in cui, come già detto, Bari rappresenta il fanalino di coda.

Ad allungare i tempi, che in genere sono segnale di poca attrattiva del patrimonio immobiliare di un luogo, quest’anno è stata determinante la pandemia. Infatti, le compravendite che si sono concluse più velocemente sono quelle che hanno coinvolto compratori che possono contare su una certa stabilità economica. Chi invece ha subito in ambito lavorativo le conseguenze della crisi economica, ha dovuto fare i conti con la difficoltà di accedere al mutuo o, peggio, con la rinuncia a compare una casa di proprietà. Cose che influiscono inevitabilmente sulla dilatazione esagerata dei tempi.

Infine, per quanto riguarda l’hinterland barese, la performance è ancora peggiore: i giorni diventano 173, ben 11 in più rispetto ai confini della città e 16 rispetto alla media nazionale (157 giorni). Peggio della provincia di Bari, in Italia, si è piazzata soltanto Genova.

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo