Bariseranews.it – Oltre la notizia

Situazione artisti Bari

Biglietto del cinema per circolare oltre il coprifuoco: la proposta del presidente Tric-Teatri Bari

203 Visite

Permettere di rientrare dopo l’orario di coprifuoco, a coloro che sono stati a teatro, al cinema o in una sala da concerto.

È la proposta che arriva da Augusto Masiello, presidente del Tric-Teatri di Bari, poche ore dopo l’approvazione del Decreto “Riaperture” e che chiede di far valere il biglietto dello spettacolo come autortificazione al rientro dopo il coprifuoco.

Il Decreto Draghi, infatti, ha confermato la riapertura delle sale cinematografiche e dei teatri a partire dal prossimo 26 aprile, nelle zone gialle e a capienza ridotta, lasciando invariato l’orario del coprifuoco, previsto sempre dalle 22 alle 5. Una scelta che penalizzerebbe ulteriormente il settore culturale, impedendo di fatto di poter l’organizzazione degli eventi oltre un certo orario.

“Gli spettacoli all’aperto qui da noi al Sud è impossibile iniziarli con la luce del sole. Si dovrebbe mettere in scena uno spettacolo o proiettare un film in meno di un’ora” spiega Masiello.

“Inoltre, dovremo programmare i nostri spettacoli molto presto per permettere agli spettatori di poter tornare a casa entro le 22. Questo però priverebbe della possibilità di fruire di uno spettacolo a una grande fetta di lavoratori che alle 18 o 19 è ancora a lavoro”.

Da qui la proposta di far valere il biglietto del cinema o del teatro come “giustificativo” al rientro dopo il domicilio: “Il governo ha tracciato la nuova roadmap delle riaperture. Mentre al centro-nord da lunedì sarà possibile tornare nei cinema, teatri e sale dal concerto al chiuso, qui la zona rossa impone ancora un fermo a tutto il settore dello spettacolo. Per questo chiediamo – conclude Masiello – di prorogare il rientro a casa a tutti coloro che sono stati in un teatro, al cinema o in una sala da concerto, il proprio biglietto come autocertificazione per evitare di essere multati”

Promo