Bariseranews.it – Oltre la notizia

Guerra Comune-Regione sull’inceneritore, Bari si rivolge al Tar per opporsi all’impianto

160 Visite

Bari continua a dire “No” a un impianto di incenerimento di rifiuti sul proprio territorio. Il sindaco Antonio Decaro ha già dato disposizioni ai legali del Comune di attivarsi in ogni modo per verificare la regolarità della realizzazione dell’eventuale impianto e della ricerca del luogo in cui dovrà nascere.

La discussione torna a infiammarsi dopo la decisione della Regione Puglia, sezione ambiente, di non dichiarare assoggettabili alla Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) le modifiche del progetto presentato NEWO spa riguardo alla realizzazione di un impianto di ossicombustione sul territorio cittadino. Questo perché, secondo la Regione, queste modifiche non impatterebbero negativamente sull’ambiente. Il Comune non ha tardato a far sapere che impugnerà davanti al Tar la decisione.

Ma non è tutto. Perché Bari è intenzionata a far sentire la sua voce anche alla Conferenza di servizi indetta per il rinnovo dell’Aia, dove riporterà il tema all’attenzione di tutti.

L’obiettivo del Sindaco resta quello di portare alla luce tutte le irregolarità emerse nel corso del recente riesame delle autorizzazioni, in modo da poter tutelare al massimo la salute sia dei cittadini che dell’ambiente. Per farlo, conclude la nota diffusa dal Comune, è necessario che tutte le associazioni ambientaliste e i comitati che si sono schierati contro Newo siano pronti a interagire con la città di Bari per trovare un punto di incontro sulle azioni da intraprendere.

Promo