Bariseranews.it – Oltre la notizia

Centomila utenti nel mondo. Il successo sul web di Rko-Radio Kismet

239 Visite

Quaranta rubriche radiofoniche, 50 collaboratori tra autori e curatori, ma soprattutto 100mila sparsi nel mondo. Sono i numeri del succeso di “Rko – rkonair.com”, la web radio che ha aperto la sua prima sede nel foyer del teatro Kismet di Bari.

L’idea è targata 1996, col numero zero della prima edizione cartacea della rivista culturale RKO – Radio Kismet Opera, firmato da Fabrizio Versienti, Lello Tedeschi, Carlo Bruni, Mariangela Gualtieri, Vittorino Curci. Allora l’investimento per la creazione di una redazione radiofonica non fu possibile e si scelse di fondare una rivista. Carlo Chicco, giornalista, storico speaker radiofonico e presidente dell’associazione Microsolco ha accolto questo progetto.

“Oggi quel sogno è diventato realtà – commenta Augusto Masiello, presidente del Tric-Teatri di Bari –  non abbiamo mai smesso di credere in questo progetto, ma non potevamo prevedere che una “piccola” radio all’interno del teatro potesse raggiungere in così poco tempo un risultato così importante. La radio è diventata la nostra unica voce quando le platee e i palcoscenici dei nostri teatri sono rimasti vuoti. Ci ha permesso di mantenere un contatto con i nostri spettatori, ma anche di raggiungere nuovi pubblici e costruire nuove relazioni”.

“In un anno e mezzo di programmazione il progetto radiofonico RKO nato nel 2019 è decollato forse grazie anche ai lockdown causati dalla pandemia. Abbiamo creato una rete nazionale di collaboratori, in Puglia oltre alla sede principale di Bari all’interno del teatro Kismet, ma abbiamo aperto innumerevoli home-station, postazioni a Taranto e Lecce e stiamo per avviarne anche a Foggia e Brindisi”, racconta Carlo Chicco, direttore della radio.

La web radio non è seguita solo in Italia, ma i dati registrano accessi anche dall’estero. “Durante le dirette ci arrivano messaggi dall’Australia all’America. Il figlio di Bono Vox ci ha ringraziato per aver passato un brano della sua band, gli Inhaler. Sui nostri social abbiamo guadagnato like di grandi personalità come Franco Battiato, Johnny Marr il chitarrista degli Smiths, il manager di Boy George, solo per citarne alcuni”, spiega Carlo Chicco.

E aggiunge: “Una web radio ci sembra apparentemente una radio di nicchia, invece io oggi posso dire che il web ci ha aperto al mondo. RKO ha conquistato il suo pubblico grazie soprattutto alla qualità dei suoi programmi. Aver intercettato nel nostro palinsesto anche una programma nazionale come “Cactus – Basta Poca Acqua” con Concita De Gregorio e Daniela Amenta, premiato ai Diversity Media Awards, ha accresciuto l’interesse verso la web radio. Un interesse che ha trovato terreno fertile nella qualità del lavoro di tutti i collaboratori della radio”.

“Tutto questo ci fa capire che la strada intrapresa è quella giusta e noi continueremo a percorrerla per raggiungere obiettivi sempre più alti allargando la platea di collaboratori e ascoltatori. Diventando sempre più una radio necessaria per chi la fa e chi l’ascolta”, conclude Masiello.

Tutti i programmi del palinsesto di RKO https://rkonair.com/programmi/

Promo