Bariseranews.it – Oltre la notizia

Il pensiero di una vittima di cyberbullismo

385 Visite

Stupido, codardo, pezzente, non vali proprio niente

Questo udivo rimbombare nella mia mente.

Essa ripeteva quel che vedevo scritto sullo schermo ,

allora nel mio cuore sentivo l’inverno ,

freddo era il gelo che si arrampicava verso la mia mente e si arrampicava nei miei pensieri .

Allora io lo credevo veramente e facevo di quelle parole verità.

Basta! Basta!

Ora metto pace a questa guerra che nel cuore mi tormenta

E mi scaraventa verso il buio mare della solitudine.

Metto a tacere questo vento che sibilando sbatte contro me

Che pian piano mi uccide e mi divide da tutti quelli che ho intorno

Basta! Basta!

Scusa mamma , scusa papà

Ma voglio andare via di qua ,

lo pensavo continuamente , ma nel buio vidi una luce ,

che ardeva vivamente , era una mano , uno spiraglio, che mi tirò fuori di là!

Francesco Piccinni, 2^ B scuola secondaria I grado I.C. “Japigia 1- Verga”, Bari

Promo