Bariseranews.it – Oltre la notizia

Aperte le iscrizioni per l’ albo famiglie e adulti disponibili all’ affido

149 Visite

La ripartizione Servizi alla persona del Comune rende noto che è possibile presentare istanza per l’inserimento nell’albo delle famiglie e adulti disponibili all’affido di minori italiani e migranti dell’Ambito di Bari.

Obiettivo dell’avviso, pubblicato a questo link, è favorire la sensibilizzazione e la diffusione della cultura della solidarietà tra nuclei familiari, attraverso la definizione di un elenco di famiglie e soggetti singoli idonei all’affido familiare di minori in difficoltà.

Attraverso l’avviso il Comune di Bari intende sostenere la famiglia d’origine in modo da favorire il rientro del bambino o del ragazzo nella sfera familiare, promuovere azioni a tutela dei minori mettendo in atto interventi finalizzati a proteggerli da forme di emarginazione o degrado che possano interferire con la loro crescita, serenità e sviluppo psico-fisico e, infine, evitare la chiusura in istituto dei bambini/ragazzi favorendone l’inserimento in un ambiente familiare.

Per il perseguimento di questi obiettivi, i Servizi sociali del Comune attivano quindi progetti di affidamento familiare: si tratta di interventi temporanei di aiuto e sostegno attuati per sopperire al disagio e/o alla difficoltà di un bambino e della sua famiglia la quale, momentaneamente, non è in grado di occuparsi delle sue necessità affettive, educative e di mantenimento.

Il progetto di affido attivabile può essere di diverse tipologie, come previsto nel disciplinare: nei confronti di uno o più minori (residenziale), diurno (alcune ore della giornata) oppure di accoglienza, come “Famiglie Senza Confini”, il progetto per cui famiglie italiane ospitano minori e neomaggiorenni stranieri non accompagnati.

“È la prima volta che il Comune attiva un albo unico per famiglie e adulti disponibili ad accogliere e accompagnare i minori soli o maggiormente vulnerabili della città – commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -: un’azione socio-educativa e culturale che si inserisce all’interno di una visione più ampia di promozione del benessere dei bambini e degli adolescenti.  Sono tante le esperienze di accoglienza e affido realizzate in questi anni e tanti i percorsi che si apprestano a partire, come il nuovo percorso di accompagnamento per quanti, condividendo l’obiettivo di questo progetto, si sono resi disponibili ad aprire la propria casa a minori vulnerabili, anche ragazzi stranieri non accompagnati, offrendo loro la possibilità di vivere una dimensione familiare e contare su un sostegno educativo e punti di riferimento fondamentali per una crescita sana”.

Possono partecipare all’avviso le coppie di fatto o coniugate, con o senza figli, e le persone singole maggiorenni. Ai sensi dell’art. 11 del disciplinare, è requisito fondamentale non aver riportato condanne penali e non essere destinatari di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di sicurezza e di prevenzione, di disposizioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale a carico del dichiarante o di altri componenti del nucleo familiare. Inoltre, gli aspiranti affidatari e i componenti del nucleo non devono essere sottoposti a procedimenti penali relativi a delitti contro la persona o contro l’ordine pubblico e l’incolumità pubblica, ovvero reati contro minori.

Per informazioni è possibile contattare Imma De Gregorio ai seguenti contatti: i.degregorio@comune.bari.it – 080 5773934.

Promo