Bariseranews.it – Oltre la notizia

Da Bari a Bogotà. Il modello Avanzi Popolo viene copiato ed esportato

146 Visite

Le buone pratiche fanno proseliti e conquistano il mondo, perché la pandemia ci ha insegnato cosa significa fare rete, il valore della solidarietà e del volontariato, la necessità di non sprecare nulla per il bene di tutti.
A raccontarci una bella storia sono i volontari di Avanzi Popolo 2.0 di Bari e noi la vogliamo condividere con voi perché venga presa a modello.
” Ieri sera abbiamo ricevuto questa foto, simile a tante altre che giornalmente pubblichiamo sulla nostra pagina per raccontare il nostro impegno.

Facciamo un passo indietro: qualche mese fa veniamo contattati da Filomena e John Mary, cari amici che vivono in Colombia e che ci chiedono informazioni per avviare un’attività di recupero di eccedenze alimentari a scopo sociale a Bogotà. Ci raccontano che c’è un parroco che si prende cura di tante persone in difficoltà, che la pandemia ha peggiorato una condizione già complessa per tanti. Sono lontani ma non così tanto… Illustriamo come ci siamo organizzati, come abbiamo coinvolto i commercianti nella rete e loro decidono di partire, cominciando dalla comunità di immigrati italiani che conoscono meglio.

E così arriviamo alla foto: diversi pacchi di pasta recuperati dal ristorante Piccolo Caffè di Bogotà e donati alle suore Samaritane di padre Pio che assistono oltre 100 bambini e altrettante mamme in uno dei quartieri più difficili della capitale colombiana. L’auspicio è che questa possa essere la prima operazione di Avanzi Popolo Bogotà, per noi sarebbe un grandissimo onore. La dedica personale per la sinergia tra Bari e Bogotà è invece tutta per Peppino, che da lassù starà certamente sorridendo”. Ci auguriamo che come Bogotà, tante altre comunità si organizzino e che Avanzi Popolo diventi un modello da esportare e riprodurre”.
La solidarietà senza confini.
Paola Copertino

Promo