Bariseranews.it – Oltre la notizia

logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
logo Turbo Service_bianco 1024-01
BIRRA GARRABB _ nat bionda
fiera
Benn
Benn
Migro
taralloro
gran bontà
Alco
Premio Agorà – TOTEM_85x200_prova2-03
banner-pelati-migro-largo
banner-barisera-3
banner-SAN-NICHOLAUS-vini
banner-SAN-NICHOLAUS-e1599142133882
Banner_qui_conviene

Covid, infermiere Asl Bari diventa Cavaliere della Repubblica italiana

84 Visite

Li hanno definiti eroi fin dalle prime battute di questo annus horribilis, quando la pandemia infuriava e i letti di ospedale mancavano. Sono i medici e gli infermieri, in prima linea nella guerra contro il virus.

E dopo la candidatura al Nobel per la pace arrivata per tutto il comparto sanitario italiano, oggi un altro riconoscimento. È stato assegnato all’infermiere Fabio Specchia, che lo ha dedicato a quanti «hanno contribuito con me a raggiungere questo risultato».

A Specchia è stato assegnato il titolo di Cavaliere della Repubblica italiana, onorificenza consegnatagli per aver effettuato oltre 10mila tamponi durante la pandemia e, da dicembre a oggi, per aver somministrato il vaccino a oltre 8mila persone.

Il riconoscimento, arrivato “per il suo straordinario impegno a favore della comunità durante l’emergenza sanitaria”, gli è stato consegnato dal prefetto di Bari Antonia Bellomo, dalla presidente del Consiglio regionale, Loredana Capone, e dall’onorevole di Fratelli d’Italia Marcello Gemmato.

Fabio Specchia è infermiere responsabile del team Covid dell’Asl di Bari e anche referente dell’hub vaccinale di Valenzano. Emozionato, durante la cerimonia di consegna del titolo, ha parlato anche a nome dei suoi colleghi: «Continueremo sempre a essere al servizio della nostra comunità».

banner-MSF-A
banner_barisera_aranea
banner-mode-c

Promo