Bariseranews.it – Oltre la notizia

Slider
Slider
Slider

Allattamento e vaccino anti-Covid, la lettera aperta di tre specialisti: “Anticorpi anche al neonato”

165 Visite

Un chiarimento necessario, in una fase della campagna vaccinale anti-Covid che vede coinvolte molte madri in allattamento. A fornire indicazioni in merito, rivolte a preservare la salute delle donne e dei bambini, sono stati il presidente della Società Italiana di Neonatologia Fabio Mosca ed i suoi colleghi Riccardo Davanzo e Massimo Agosti, che, all’interno della stessa SIN, presiede proprio la Commissione allattamento.

I tre specialisti hanno scelto di rivolgersi a pediatri e neonatologi, attraverso una lettera aperta sul tema, contestando le teorie che ritengono il vaccino incompatibile con il nutrimento al seno del neonato. Una presa di posizione dura e chiarificatrice.

Questo il testo della missiva: “Care/i Colleghe/ghi, ora che la campagna di vaccinazione anti COVID-19 sta coinvolgendo le mamme in molti Centri Vaccinali viene spesso fornita l’indicazione che questa vaccinazione non sia compatibile con l’allattamento stesso. Anche in considerazione del nostro compito di pediatri e/o neonatologi di tutelare la salute materno-infantile, riteniamo necessario farvi giungere i seguenti chiarimenti: le Società Scientifiche Nazionali ed Internazionali del settore neonatologico e pediatrico hanno preso esplicite posizioni, che confermano come il vaccino vada offerto senza incertezze anche alle donne che allattano e che per ogni altro aspetto siano vaccinabili. Non è opportuno porre la madre che allatta di fronte alla scelta fra evitare/posticipare la vaccinazione o interrompere l’allattamento al seno, né per i vaccini a mRNA, né per quelli a vettore adenovirale.”

I tre medici spiegano i vantaggi che offre il vaccino, per le mamme ed i neonati: “La vaccinazione in corso di allattamento al seno permette il passaggio dalla madre al neonato di anticorpi IgA specifici contro SARS-CoV-2 entro pochi giorni, fornendo protezione specifica anti SARS-CoV-2 al lattante. L’eventuale interruzione dell’allattamento porterebbe alla perdita per madre e bambino dei ben noti benefici. La scelta sull’allattamento, quando viene confrontata con la sicurezza della vaccinazione, non può quindi prescindere da un bilancio fra i benefici dell’allattamento (ben documentati) ed i rischi della vaccinazione (a plausibilità biologica trascurabile).”

Nessun pericolo, insomma, per nessuno dei soggetti coinvolti: “In conclusione, la vaccinazione COVID-19 è compatibile con l’allattamento al seno, come decisamente sottolineato dalle Società Scientifiche di Neonatologia (SIN) e Pediatria (SIP) e dalle Società Scientifiche Ostetrico-Ginecologiche (SIGO, AOGOI, AUGUI).  Nell’ambito del counselling vaccinale le donne che allattano non vanno invitate a interrompere l’allattamento al seno per essere vaccinate contro COVID-19. Con stima e rispetto per l’importante contributo che state dando alla campagna vaccinale.”

Slider

Promo